giovedì 9 Luglio 2020
Home Attualità Senza lavoro, si incatena al cimitero e accusa i politici

Senza lavoro, si incatena al cimitero e accusa i politici

Somma Vesuviana. E’ rimasta per 4 ore incatenata al cancello del cimitero di Somma Vesuviana. Incurante del freddo, della fame, nella necessità di andare in bagno.

Ferma per ottenere quello che ritiene un suo diritto: un lavoro. Lo chiede da anni e da anni politici, tutti quelli che si sono succeduti a palazzo Torino, le hanno fatto false promesse. Ora l’ultima appena un mese fa. Questa è la storia di Luigia De Falco, mamma di tre figli, e orfana a causa della criminalità chele ha ucciso il padre nel corso di una rapina. “Tutti se ne sono lavati le mani”, racconta, “eppure quello che dico si può verificare attraverso i miei tabulati telefonici. Sindaco, assessori, un consigliere mi avevano promesso aiuto, mi hanno contattato dicendo che avrebbero parlato con la ditta che gestisce il cimitero e che fatta una raccomandata con i miei dati e le mie necessità economiche sarei venuta a lavorare. L’ho fatta il 27 febbraio e non è successo nulla. La scorsa settimana il consigliere che era delegato al cimitero mi ha trattato in malo modo quando gli ho chiesto spiegazioni. Eppure era stato lui a darmi l’indirizzo per la raccomandata e a dirmi cosa scrivere. Altrettanto un assessore che aveva detto di volermi aiutare, che avrebbe parlato col sindaco, lo stesso sindaco mi ha detto signora stiamo risolvendo, allontanatevi che sta arrivando la ditta, poi vi faccio sapere. A mia madre hanno detto di non fare troppo chiasso che massimo tre giorni sarei andata a lavorare, sono stata al comune mercoledì e sono stata ricevuta da un altro assessore che mi ha detto che avrei dovuto aspettare un mese, il tempo che si facevano le nuove congreghe. Allora ho chiesto perché al posto mio (la signora lavorava al cimitero fino a due anni fa, ndr) hanno messo la cugina di un assessore, quello mi ha risposto che di questo non sapeva nulla, voleva verificare che sarebbe venuto il 19 marzo al cimitero lui stesso per capire. L’ho aspettato vicino alla tomba di mio padre, per il quale non abbiamo ricevuto ancora giustizia, e lui non è venuto. Bugie su bugie, giocano con la disperazione delle persone. Voglio risposte dal sindaco, dagli amministratori, io non posso lavorare e i parenti dei consiglieri e degli assessori si. Come sono entrate tante persone? Non ho lavoro, altri avevano il contratto come il mio a tempo determinato, a loro è stato rinnovato e trasformato in tempo indeterminato”. Il riferimento della De Falco è ad una donna che è stata assunta al cimitero, proprio con la mansione di effettuare le pulizie nella Congrega come faceva lei prima, è la cugina di un assessore della giunta di Pasquale Piccolo, il marito lavorava al cimitero presso la stessa società, poi era stato licenziato dopo una denuncia dei carabinieri per il possesso illecito di una pistola, al suo posto è stata assunta la moglie che è anche la sorella di un altro dipendente che presta servizio all’interno della medesima società. Ieri mattina al cimitero anche i carabinieri e il presidente della commissione Trasparenza del Comune, Crescenzo De Falco. “La signora ha fatto una serie di nomi”, commenta De Falco, “ha raccontato degli episodi tutto questo sarà oggetto di mie verifiche in commissione. Chiederò alle persone citate di riferire su quanto raccontato”.

DA CRONACHE DEL VESUVIANO DEL 21 MARZO

- Advertisement -
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna".
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Somma. Il sindaco annuncia: “Si è svegliato il tabaccaio”

Somma Vesuviana. Arrivano buone notizie che in tante persone hanno atteso per ore a Somma Vesuviana. "Il quadro clinico di Tommaso R. è in...

Finti poveri per i buoni spesa, dopo segnalazioni della Commissione blitz della Finanza

Calvizzano. Dopo un attento lavoro posto in essere presso il comune di Calvizzano, la Commissione straordinaria, guidata dal vice Prefetto Luca Rotondi, ha segnalato...

Sant’Anastasia. Enzo Iervolino è il candidato sindaco del centrosinistra

Sant'Anastasia. Dopo settimane di trattative il centrosinistra scioglie la riserva e candida l'ex sindaco Enzo Iervolino. A comunicare la decisione è proprio...

Siamo Sommesi: “Il PUC di Somma Vesuviana? Cittadini veri protagonisti”

Somma Vesuviana. Il 17 settembre prossimo sarà definitivamente conclusa la vicenda giudiziale tra i professionisti concorrenti al bando del PUC (Piano Urbanistico Comunale) di...

Scenari solidali: Gino Rivieccio e Massimiliano Gallo tra gli ospiti della presentazione

Casamarciano. È fissata per le ore 20 di domani, venerdì 10 luglio, nel chiostro del castello Mercogliano la cerimonia di presentazione del cartellone...
- Advertisment -