mercoledì 12 Agosto 2020
Home Cronaca Sequestri di Capodanno, nel napoletano oltre un quintale di botti illegali

Sequestri di Capodanno, nel napoletano oltre un quintale di botti illegali

Napoli e provincia. Sequestri di botti illegali nelle zone del napoletano, rinvenuti oltre 120 kg di esplosivo. A Torre Annunziata durante le operazioni di controllo per un Capodanno sicuro, scoperte anche dosi di crack.

Sono scattati controlli e sequestri di “botti illegali” in tutto il napoletano, oltre 120 kg di esplosivo campionati dagli uomini dell’arma. Il primo controllo è scattato a Scampia, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato F.A., 19enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, per detenzione illegale di materiale esplodente. Il giovane, fermato su via Tancredi Galimberti trasportava nella sua auto, trasformata a bancarella,  3,2 kg di petardi artigianali non vendibili senza autorizzazione e probabilmente destinati alla vendita anche ad altri ambulanti. Il 19enne è stato tradotto agli arresti domiciliari in attesa che si celebri il rito direttissimo. Sempre a Scampia è stato denunciato un 36enne, in casa deteneva senza autorizzazione 8 petardi, distrutti poi dagli artificieri del comando provinciale di Napoli. Poi in uno scantinato delle Vele sono state sequestrate decine di confezioni di petardi. In piazza Mercato invece, i carabinieri della Compagnia Stella hanno scoperto nel vano sottosella di uno scooter rubato 49 “cipolle”, poste poi sotto sequestro.

- Advertisement -

A Qualiano sono stati rinvenuti in un garage ben 100 kg di esplosivo: 43 cipolle, 802 ordigni artigianali, una batteria da 200 colpi, 16 batterie da 100 colpi,9 batterie da 49 colpi, una batteria da 19, 96 candele romane, 5 fumogeni, 6 pistole lancia-stelle filanti, 5 bengala infine botti, coni, candele e stelline. Tutto il materiale sarà distrutto dagli artificieri. Per l’ ingente esplosivo, è stato arrestato un 29enne del luogo incensurato, dovrà rispondere di detenzione illegale di materiale esplosivo ed esplodente senza licenza . L’uomo è stato posto agli arresti domiciliari.

Arrestato anche un fioraio di San Sebastiano al Vesuvio S. S. 32enne, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo deteneva illegalmente 205 ordigni artigianali nascosti nel bagno del capannone dove vendeva piante e fiori a Ponticelli, in via Mario Palermo. Il 32enne è agli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

Non solo botti illegali, invece, a Torre Annunziata, ma anche droga. Infatti oltre al sequestro di 6kg esplosivo, nella stessa operazione, i carabinieri hanno trovato in casa di una 27enne, già nota alle forze dell’ordine e già posta agli arresti domiciliari 8 dosi di crack. L’uomo che deteneva l’esplosivo è stato denunciato, mentre la donna S.L. è in attesa che si celebri il rito direttissimo.

 

 

 

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Marigliano. Costringe l’ex a salire in auto e la violenta: arrestato

MARIGLIANO. Non accettava la separazione dalla moglie, non accettava che lei potesse rifarsi una vita ed aveva cominciato a perseguitarla con minacce continue fino...

Covid, nuovo caso a Volla. L’appello del sindaco: “Seguire tutte le norme”

VOLLA. L'annuncio di un nuovo caso positivo al Covid-19 nella cittadina è stato dato sui social dal sindaco Pasuale Di Marzo. I pazienti affetti...

Marigliano. L’appello di un’anziana: “Aiutatemi ho casa invasa dalle blatte”

MARIGLIANO. Una storia che finora non ha interessato per nulla le istituzioni lasciando da sola un'anziana costretta a contattare un giornale per chiedere aiuto....

Somma. Il Comune apre con un’associazione lo sportello antiracket ed antiusura

SOMMA VESUVIANA. “Apriamo lo sportello prevenzione racket e usura in collaborazione con l’Associazione Antiracket – Antiusura Emergenza Legalità ONLUS. Si tratta di un’associazione presente...

Elezioni Regionali, Francesco Pinto annuncia la propria candidatura

POLLENA TROCCHIA. Elezioni Regionali 2020, Francesco Pinto annuncia la propria candidatura: "Gli anni di esperienza da amministratore Locale a disposizione della comunità regionale". Francesco Pinto...
- Advertisment -