mercoledì 24 Luglio 2024
HomeCronacaSgominata banda che rubava auto in 60 secondi per chiedere il "cavallo...

Sgominata banda che rubava auto in 60 secondi per chiedere il “cavallo di ritorno” VIDEO

SAN VITALIANO. Rubavano le auto riuscendo ad attivare la centralina in meno di 60 secondi, così avevano portato a termine almeno 10 furti tra novembre scorso e marzo di quest’anno.
All’alba di oggi, però, i carabinieri della Stazione di San Vitaliano li hanno arrestati sgominando, di fatto, una banda criminale dedita ai furti di autovetture e conseguente estorsione con il metodo del così detto “cavallo di ritorno”. Tre persone sono state arrestate (due sono in carcere a Poggioreale, una ai domiciliari) per un’altra è stato disposto il divieto di dimora nel comune di Nola, si sono resi responsabili, a vario titolo, di estorsioni col “metodo del cavallo di ritorno”, di furti aggravati e di ricettazione di veicoli. Dieci i furti accertati e 3 estorsioni documentate grazie anche a pedinamenti, intercettazioni telefoniche ed all’acquisizione delle immagini dei sistemi di videosorveglianza che hanno permesso di accertare il modus operandi del gruppo criminale. Attività effettuate dai militari (guidati dal maresciallo Vinicio Pesapane) nel corso della loro indagine denominata “hi-tech thieves” poiché per rubare le auto i malfattori utilizzavano centralino vergine e apparecchio definito OBD che si collegava alla porta “One Board Diagnostic” delle vetture e così utilizzavano centraline clonate che garantivano la perfetta duplicazione dei sistemi elettronici di accensione degli automezzi, permettendo di sottrarle in pochi istanti. In tempi record, perpetravano furti di autoveicoli in strada e nei parcheggi del centro commerciale Vulcano Buono di Nola, occultandoli mediante la collaborazione di altri soggetti e formulavano poi la loro richiesta di denaro (dai 250 ai 2.500 euro) per la restituzione del mezzo alle vittime.
I furti accertati erano avvenuti a Scisciano, San Vitaliano, al Centro Commerciale Vulcano buono, Palma Campania, Somma Vesuviana, Piazzolla di Nola e Ottaviano. I veicoli sono stati tutti restituiti ai legittimi proprietari.
“L’operazione odierna”, commentano gli inquirenti, “costituisce un ulteriore risultato positivo raggiungo dall’autorità giudiziaria e dai carabinieri impegnati quotidianamente nella repressione dei reati predatori nell’area nolana”.

Sostieni la Provinciaonline

Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permettete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi. Clicca qui e aiutaci ad informare ⬇️.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti

Rubriche