venerdì 23 Aprile 2021
HomeEconomiaSi aggrava la situazione Dema, il 6 aprile sciopero degli operai

Si aggrava la situazione Dema, il 6 aprile sciopero degli operai

Somma Vesuviana. Pubblichiamo di seguito nota Rsu della Dema vista la situazione economica che sembra aggravarsi.

L’attuale situazione aziendale, senza precedenti, i lavoratori di questa azienda l’hanno tenuta in piedi per 12 lunghi anni affrontando tutto e tutti. Ad oggi lo stato di cose esistenti produce rischi a cui le famiglie non possono sottoporsi. All’azienda è stato concesso ogni tempo e ogni proroga possibile verbalmente (sono state fornite spiegazioni anche meno simili e verificabili) ma di fronte alle difficoltà delle famiglie nessuna spiegazione può pagare pigione, mutui, spesa eccetera eccetera. Quel che è certo è che ad oggi non si ha certezza di alcuna data in cui verranno saldati importi che diventano sempre più corposi. La settimana prossima stiamo di fronte ad un ulteriore data di pagamento. L’azienda è esortata ad assumersi le proprie responsabilità e a comunicare ai propri dipendenti quello che intende fare punto il rischio enunciato già dalla RSU in precedenti assemblee quello di un collasso che non trovi soluzioni. Per questo onde evitare di seguire percorsi di protesta graduali e che non producono alcun effetto reale. È convocata fin da ora per martedì 6 aprile un’assemblea generale sottoforma di sciopero dalle ore 9:30 nel piazzale del parcheggio tutti i lavoratori di ogni turno, in cassa, in Smart working, in ogni posizione sono invitati a partecipare in quanto si prenderanno decisioni inderogabili sul percorso da seguire. Il gruppo dirigente dell’azienda e esortato ad attivare Intanto un percorso risolutivo che sappia convincere tutti delle possibilità di proseguire tenere in piedi le attività lavorative, messe fortemente in discussione da questa situazione.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti