venerdì 2 Dicembre 2022
HomeCronacaSi arrampica sul palazzo per tornare dalla ex compagna, arrestato tossicodipendente

Si arrampica sul palazzo per tornare dalla ex compagna, arrestato tossicodipendente

Napoli. 4 figli piccoli, uno in arrivo. Una relazione finita per la mano pesante di un 24enne, tossicodipendente. Per le vessazioni continue, per quelle crisi di astinenza che si traducevano in violenza.
Vittima una 26enne di Miano, incinta del loro quinto bambino. L’ultima aggressione aveva spinto la donna ad allontanarlo da casa. Lui è tornato ma non dalla porta principale. Si è arrampicato dalla facciata del palazzo fino al terrazzino della compagna.
La donna, terrorizzata, ha chiamato il 112 e i carabinieri della stazione di Secondigliano, insieme a quelli del nucleo radiomobile di Napoli e della pmz Stella, lo hanno arrestato. Era ancora abbarbicato alla ringhiera, nel vuoto. I militari lo hanno aiutato a scendere e poi lo hanno portato in carcere.
In caserma la vittima ha raccontato di violenze subite da tempo, mai denunciate.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti