lunedì 6 Luglio 2020
Home Cultura e Spettacoli "Siamo riusciti ad avverare un sogno", intervista al duo Matranga e Minafò

“Siamo riusciti ad avverare un sogno”, intervista al duo Matranga e Minafò

CINEMA. Intervista Tony Matranga ed Emanuele Minafò per il loro primo film “Un pugno di amici”.

- Advertisement -

“Un pugno di amici” l’esilarante lavoro cinematografico del duo comico siciliano Matranga e Minafò. Con la regia di Sergio Colabona, la commedia è disponibile su Amazon Prime Video. Prodotto dalla “Tunnel Produzioni” di Nando Mormone e da “Sicilia Social Star”; gli attori che compongono il cast sono stati scelti dai programmi di “Made in Sud” e “Sicilia Cabaret”. La comicità strabiliante, cuore pulsante del film, è il risultato dell’unione della simpatia sicula con quella partenopea. Trama esilarante, allegra e soprattutto vincente è ambientata tra Palermo, Termini Imerese, Gratteri, Lascari e Isola delle Femmine. Quattro amici decidono di rapinare il centro scommesse del boss locale, ma falliscono nel tentativo e sono costretti a darsi alla fuga. I nostri protagonisti Matranga e Minafò, per un equivoco, si ritroveranno a rivestire il ruolo di animatori in un rinomato villaggio turistico. Una serie di gag esilaranti terranno il pubblico incollato alla tv per 90 minuti. Divertimento, disoccupazione e progetti futuri, il duo siciliano ha risposto alle nostre domande.

“Un pugno di amici”, già il titolo anticipa che il film è esilarante, quanto vi siete divertiti sul set?

Sul set ci siamo divertiti anche troppo, quando abbiamo rivisto il film ci siamo arrabbiati l’uno con l’altro perchè potevamo concentrarci di più. Il divertimento è stato quasi da liceo e per il prossimo film promettiamo una linea più severa.

Una storia di amicizia e di problematiche quotidiane, soprattutto quest’ultimo aspetto secondo voi quanto è vicino alla realtà di oggi?
La canzone finale del film è un sentimento che in questo momento non può essere più reale. Nel video che stiamo pensando di preparare utilizzeremo le immagini che sono il racconto di questo periodo.
Cosa consigliereste ai giovani che sono in cerca di un’occupazione?
Noi siamo nati in cerca di occupazione, siamo tutti poveri dalla nascita e siamo riusciti ad avverare un sogno, impensabile. Diciamo ai giovani che si può riuscire a fare quel che si vuole, ma bisogna impegnarsi e sacrificarsi. Quando si arriva all’obiettivo, poi, è stupendo.
Progetti artistici futuri, cosa avete in cantiere?
Andare al cinema, il nostro sogno è entare nelle sale e purtroppo al momento non si è ancora avverato. Siamo già da adesso in scrittura per il secondo film, sperando che entri nelle sale appena saranno ripristinati i cinema.
- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Il candidato sindaco Esposito in diretta Facebook risponde agli anastasiani

Sant’Anastasia. Domande e risposte, dal programma elettorale ai problemi della città, dalle criticità alle soluzioni. Il dott. Carmine Esposito, candidato sindaco di e...

Teatro, il ritorno di Massimiliano Gallo con “Resilienza 2.0”

NAPOLI. Teatro, appuntamento all'Arena Flegrea con il noto attore Massimiliano Gallo con lo spettacolo "Resilienza 2.0". Appuntamento sabato 11 luglio.  Massimiliano Gallo torna in scena...

Espropi, condannato il Comune di Massa di Somma

MASSA DI SOMMA. Condannato il Comune di Massa di Somma, "L'ente ha resistito in giudizio con mala fede". Il Tribunale di Nola ha condannato il...

S.Anastasia. Elezioni, Pone: “La fascia non può essere trofeo o feticcio”

SAN'ANASTASIA. Pone: "La fascia non può essere trofeo o feticcio da esibire. Mi impegno per far ripartire Sant'Anastasia". Una diretta sintetica, ma chiara e rivolta...

S.Anastasia. Real Vesuviana: “Giuseppe dalla luce al buio”

SANT'ANASTASIA. Riceviamo e pubblichiamo nota stampa dall' Asd Napoli Real Vesuviana. "Giuseppe è l’uomo, l’evoluzione di un bambino che improvvisamente, a soli sei anni ,perde...
- Advertisment -