venerdì 14 Maggio 2021
HomeAttualitàSicurezza sul lavoro, anche il volontariato deve attenersi alle regole

Sicurezza sul lavoro, anche il volontariato deve attenersi alle regole

Sicurezza sul lavoro e obblighi per le ODV: CSV Napoli e Inail lanciano il progetto VOLONTARIATO SICURO

Sicurezza nel mondo del lavoro, ma non solo, anche il volontariato deve attenersi a standard e regole ben precise. Con questi presupposti il CSV Napoli, Centro di Servizio per il Volontariato di Napoli e dell’Area Metropolitana, insieme all’Inail, Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro, Direzione Regionale Campania, ha dato vita al progetto VOLONTARIATO SICURO, iniziativa nata con lo scopo di offrire al mondo variegato e in costante crescita del volontariato l’opportunità di informarsi ed educarsi sulla tutela dei propri appartenenti.

Il progetto mira dunque a sostenere crescita e consapevolezza delle ODV in materia di sicurezza sul lavoro, soprattutto per quelle che lavorano negli ambiti della sanità, dell’assistenza, della protezione civile e della tutela dell’ambiente. Oggi le associazioni chiedono continuo aggiornamento e approfondimento delle tematiche legate alla sicurezza dei propri volontari, per questo motivo il progetto della durata di 12 mesi, sarà strutturato in più fasi che andranno a rispondere alle richieste pervenute dal volontariato napoletano.

La prima azione prende il via oggi con la somministrazione di un breve questionario online che ha lo scopo di individuare i bisogni dei volontari in materia di sicurezza sul lavoro affinché questi siano in grado di assolvere agli adempimenti richiesti dalla normativa vigente. Quest’indagine, insieme ad un successivo focus group, sarà utile per orientare gli interventi da costruire per coprire eventuali carenze e disseminare le buone prassi già attivate sul tema sicurezza e obblighi per le ODV.

Il questionario sarà disponibile sul sito csvnapoli.it fino al prossimo 30 aprile.

La seconda fase del progetto prevede invece la realizzazione di seminari informativi con il coinvolgimento di volontari e associazioni e la divulgazione attraverso la rivista edita dal CSV Napoli “Comunicare il Sociale” di approfondimenti di carattere tecnico e la diffusione e promozione a mezzo stampa delle attività previste dal progetto. Infine, saranno realizzati laboratori nell’Area Metropolitana di Napoli con simulazioni ed esercitazioni sulla sicurezza e la tutela dei lavoratori con il coinvolgimento dei principali attori coinvolti dal tema sicurezza.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti