domenica 14 Agosto 2022
HomeAttualitàIl sindaco: "Ecco perchè dobbiamo rinviare la Festa delle Lucerne"

Il sindaco: “Ecco perchè dobbiamo rinviare la Festa delle Lucerne”

SOMMA VESUVIANA. Dopo giorni di dubbi, polemiche e perplessità a sgomberare il campo e a chiarire perchè quest’anno la tanto attesa Festa delle Lucerne non si farà ci pensa il sindaco Pasquale Piccolo che in una nota spiega le ragioni, di sicurezza, che dopo numerosi sopralluoghi impongono questa dolorosa decisione.

Una decisione che arriva dopo che questa mattina si è riunita la commissione che era stata creata “ad hoc”. Riunione cui hanno preso parte, il sindaco, il delegato dell’Asl Vincenzo Carrella, l’ispettore dei Vigili del Fuoco Francesco Pace, il tenente della polizia municipale Gennaro Vitagliano, l’ingegnere Angelo Cerbone esperto in elettrotecnica e l’architetto Monica D’Amore. Dal verbale della seduta si legge che: “L’ufficio tecnico ha dichiarato di aver emesso 24 ordinanze di messa in sicurezza di vari fabbricati del quartiere, variamente dislocati. L’ufficio tecnico comunale dichiara di aver rilevato anomalie e consistenti problematiche dei sottoservizi e l’assetto viario del quartiere prontamente comunicate all’ufficio lavori pubblici”. Alla luce di questo: “la Commissione determina univocamente che allo stato l’evento la Festa delle Lucerne non potrà avere luogo a tutela della pubblica e privata incolumità”.
A commento di questo verbale ecco cosa ha reso pubblico il sindaco:

Premesso che allo stato non esiste nessuna ordinanza e che la stessa e’ di esclusiva competenza del sindaco e quindi gli assessori non hanno nessuna “colpa” rispondo per dovere di cortesia nei confronti di voi cittadini : se ambissi ad apparire sarebbe stato più comodo per me autorizzare la celebrazione della Festa Delle Lucerne , ma il grosso senso di responsabilità che mi contraddistingue, mi ha imposto di verificare in primis la incolumità degli avventori e dopo la fattibilità della festa.
Poche’ dalle relazioni che mi sono pervenute e dall’ufficio tecnico e dal comando dei vigili urbani e in ultimo dalla commissione di vigilanza emerge chiaramente la criticità del luogo, ritengo che sia opportuno soprassedere per il momento alla celebrazione della festa.
L’aspetto positivo che artatamente qualcuno non vuole fare emergere è che ho avuto la sensibilità, una volta per tutte, di verificare le vere condizioni statiche del borgo, tante volte “osannato” ma in verità ignorato per tanti anni.
Sarà mia cura mettere in sicurezza le criticità che sono emerse e creare i presupposti affinché la festa si possa celebrare l’anno prossimo.
Colgo l’occasione per rivolgere un appello agli abitanti del Casamale e alle associazioni presenti sul posto affinché si attivino e collaborino , per quanto di loro competenza, alla soluzione delle problematiche emerse.
Pasquale Piccolo

Articoli recenti