venerdì 5 Marzo 2021
Home Attualità Sla, da Edimburgo una possibile strada per sconfiggerla

Sla, da Edimburgo una possibile strada per sconfiggerla

Una nuova scoperta importante per la lotta contro la SLA ovvero la Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla), una malattia neurodegenerativa causata da una perdita progressiva dei neuroni motori o motoneuroni, cioè quelli che controllano il movimento e l’attività dei muscoli, inclusi quelli della respirazione. Dei ricercatori dell’università di Edimburgo, finanziati da una serie di associazioni di malati, sono riusciti a individuare che il deterioramento causato dalla malattia alle cellule nervose potrebbe avere una soluzione, cioè migliorando i livelli di energia fornita dai mitocondri, le centraline energetiche dei neuroni motori. E questo potrebbe accadere grazie all’utilizzo di farmaci già approvati per la cura di altre malattie.

Lo studio è stato descritto nella rivista scientifica “Acta Neuropathologica”. Prima di arrivare a questa tesi, i ricercatori si sono concentrati su una serie di modelli di cellule staminali umane, prese da persone con malattie del motoneurone. È risultato che l’assone, ovvero la zona dei neuroni motori che conduce l’impulso elettrico, è più corto in termini di dimensioni rispetto alle cellule sane. Questo implica che il movimento dei mitocondri, che viaggiano negli assoni, risultano indeboliti. A causare ciò, secondo gli studiosi, è da attribuirne al rifornimento difettoso di energia dei mitocondri, ed è proprio lavorando su questi ultimi che si può far tornare l’assone in condizioni normali.

Dopo questa importante scoperta gli studiosi sono alla ricerca per individuare i farmaci, tra quelli già esistenti per altri tipi di patologie,  che possono essere in grado di stimolare i mitocondri e riparare così i motoneuroni.

 

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti