sabato 26 Novembre 2022
HomeSanitàSocietà italiana di cardiologia interventistica “Gise”, al via il congresso regionale campano...

Società italiana di cardiologia interventistica “Gise”, al via il congresso regionale campano 2022

Prende il via domani 28 settembre 2022 presso la Federico II di Napoli il congresso regionale della società italiana di cardiologia interventistica (Gise).
Nel corso dell’importante appuntamento scientifico, che si protrarrà anche per la giornata del 29 settembre, saranno presentati, a cura del presidente del Gise regionale dottor Attilio Varricchio, direttore di cardiologia ed emodinamica dell’ospedale di Boscotrecase, Asl Napoli 3 Sud, i dati delle attività svolte dalle emodinamiche nel corso dell’anno 2021.

Numeri che dimostrano che la regione Campania, con i suoi 31.000 interventi nelle 24 emodinamiche distribuite sul territorio regionale, si posiziona al secondo posto in Italia per volume di attività, solo dopo la Lombardia che però vanta ben 52 laboratori.
Anche nel corso del 2021 le strutture campane hanno effettuato un numero di angioplastiche primarie, in corso di infarto miocardico acuto, che per milione di abitanti la collocano al primo posto in Italia.

Un plauso va dato al team dell’Ospedale del Mare che per il secondo anno consecutivo si è posizionato al primo posto in Italia per numero procedure effettuate.

Tutto ciò mostra una regione in salute, nonostante le note vicende pandemiche, in cui   tutto il personale coinvolto manifesta con entusiasmo la consueta professionalità.
Saranno presenti all’evento tutte le professionalità regionali e il Presidente del Gise nazionale, il professorGiovanni Esposito, Università Federico II.

L’evento sarà per la prima volta incentrato su 11 interventi live trasmessi da altrettanti ospedali regionali, nel corso dei quali saranno utilizzate le più recenti tecnologie.
Strutture ospedaliere selezionate dal Gise tra quelleche hanno superato severi standard organizzativi e tecnologici, tra queste l’ospedale di Boscotrecase.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti