domenica 21 Luglio 2024
HomeAttualitàSolidarietà agli assistenti sociali aggrediti mentre svolgevano il proprio lavoro

Solidarietà agli assistenti sociali aggrediti mentre svolgevano il proprio lavoro

“Il Presidente e i componenti il Consiglio dell’Ordine Assistenti Sociali della Regione
Campania esprimono la propria vicinanza e la massima solidarietà ai colleghi
professionisti Assistenti Sociali e al personale amministrativo della III e della X
Municipalità di Napoli aggrediti verbalmente e fisicamente mentre svolgevano il
proprio lavoro. Ancora una volta – si legge in una nota dell’ordine regionale, presieduto da Gilda Panico – siamo costretti a prendere atto di vili aggressioni e di violenza gratuita ai danni di professionisti Assistenti Sociali che sono solo un ingranaggio di un più grande e complesso apparato amministrativo, aggressioni aumentate nell’ultimo anno anche in relazione alla misura dell’Assegno di Inclusione”. Il fenomeno delle aggressioni nei confronti degli Assistenti Sociali – continua la nota – è la spia di un malessere diffuso in molti cittadini che male informati rivolgono la loro aggressività verso i professionisti perché ritengono di vedere accettate in toto le loro richieste al di là delle disposizioni di legge vigenti”.

“Il CROAS Campania – continua il documento – , da sempre impegnato per la tutela dei professionisti Assistenti Sociali della Campania, sollecita ancora una volta le istituzioni e gli organi preposti sulla necessità di garantire e intervenire tempestivamente sul rispetto della normativa sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in particolare nei servizi territoriali, socio sanitari e socio assistenziali dove prestano la loro opera professionale gli Assistenti Sociali. Per contrastare questo deplorevole fenomeno è necessario mettere in essere tutti gli strumenti a disposizione, in modo organico, sistematico e strutturato, insistendo sul coinvolgimento e sulla sensibilizzazione in primis degli amministratori degli Enti, delle organizzazioni sindacali, di tutti i professionisti e lavoratori coinvolgendo la società civile tutta, perché evitare che si ripetano azioni così lesive e incresciose per i professionisti operatori dell’aiuto”.

Sostieni la Provinciaonline

Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permettete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi. Clicca qui e aiutaci ad informare ⬇️.

Articoli recenti

Rubriche