giovedì 22 Aprile 2021
HomeAppuntamentiSomma. Biblioteca intitolata a Raffaele D'Avino, giovedì la cerimonia

Somma. Biblioteca intitolata a Raffaele D’Avino, giovedì la cerimonia

SOMMA VESUVIANA. La biblioteca intitolata a Raffaele D’Avino giovedì 30 la cerimonia al Comune.

La biblioteca di Somma Vesuviana sarà intitolata a Raffaele D’Avino, uomo di cultura, illustratore del patrimonio artistico, storico e archeologico della città di Somma. A dodici anni dalla sua morte la cerimonia che si terrà giovedì 30 maggio alle ore 17 in municipio, voluta dal sindaco Salvatore Di Sarno, l’assessorato alla Cultura guidato da Flora Pirozzi, in collaborazione con l’archivio storico cittadino “Giorgio Cocozza” e la Commissione Toponomastica. Alla manifestazione sarà presente il complesso bandistico dell’associazione culturale musicale “Antonio Seraponte”, diretto dal Maestro Mauro Seraponte. A seguire un convegno nella sala consiliare, interverranno l’archeologo Antonio De Simone, l’ispettore onorario del Ministero dei Beni Culturali e Ambientali Angelandrea Casale, Antonio Bove e Angelo Di Mauro, scrittore. Saluti istituzionali del sindaco. Introdurranno l’archivista Alessandro Masulli e Antonio Terracciano componente della commissione toponomastica del Comune. Modererà la dirigente comunale Iolanda Marrazzo.
Breve biografia Raffaele D’Avino

Nato a Somma Vesuviana l’8 ottobre del 1939 da Vincenzo ed Elena Coppola, Raffaele D’Avino è stato l’illustratore del patrimonio artistico, storico e archeologico della città di Somma. Autore di numerose pubblicazioni, profuse l’impegno più consistente e motivante nella pubblicazione dei sessantasette numeri della pregevole rivista Summana, studi e ricerche sul patrimonio etnico, storico e civile di Somma Vesuviana, iniziata nel settembre del 1984. Tra le sue opere librarie ricordiamo: Summa Villa Augustea in Somma Vesuviana nel 1979, Saluti da Somma Vesuviana con Bruno Masulli nel 1991, Note su elementi romani in Somma I nel 1994, Note su elementi romani in Somma II nel 1998 e Il Castello Mediceo di Ottaviano con Mimma Ambrosio e gli alunni del liceo di Ottaviano nel 1996. Apprezzato disegnatore e insegnante di Educazione Tecnica, morì a Nola nel 2007.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti