sabato 22 Gennaio 2022
HomePoliticaSomma. Denuncia in Prefettura: "Dal Comune danno economico alle famiglie"

Somma. Denuncia in Prefettura: “Dal Comune danno economico alle famiglie”

Somma Vesuviana. Riceviamo e pubblichiamo questa “denuncia” che ci è giunta in redazione.

“Mi chiamo Massimo Iossa e sono un dipendente del Comune di Somma Vesuviana; per gravi e reiterate omissioni di carattere amministrativo, il Comune ha provocato un ingente danno economico alle nostre famiglie, stimabile, in base alla categoria professionale di appartenenza, in 2000-3000 euro e oltre.
L’attendibilità di quanto sopra esposto è facilmente verificabile attraverso l’albo pretorio del comune, ove non troverete nessun atto che possa smentire questa denuncia.
Le domande che in questi giorni mi pongo e per le quali chiedo un suo autorevole interessamento sono sostanzialmente tre:
– Perché questa degenerazione amministrativa?
– Perché il Sindaco non chiede conto ai vertici della tecnostruttura comunale?
– Viste le premesse, cosa ci riserverà il Futuro?
Allego alla presente la denuncia inviata al Prefetto di Napoli”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti