lunedì 20 Settembre 2021
HomeAttualitàSomma. Emergenza caldo, il sindaco 'ordina' di bere e fare docce

Somma. Emergenza caldo, il sindaco ‘ordina’ di bere e fare docce

SOMMA VESUVIANA. Fa troppo caldo e il sindaco ordina ai cittadini di non uscire, fare la doccia, bere, usare vestiti leggeri in fibre naturali, schermare le finestre,e soggiornare in luoghi climatizzati, e di accertarsi delle condizioni di salute di parenti e vicini soli. Accade a Somma Vesuviana, nel Napoletano, dove il sindaco Salvatore Di Sarno, appreso dell’ avviso di criticità diramato dalla Protezione Civile per l’ondata di calore prevista da oggi fino al 29 luglio, ha deciso di non limitarsi all’invito alla cittadinanza di evitare di uscire nelle ore più calde. Il sindaco ha firmato un’ ordinanza con la quale dispone un elenco di cose da fare e da evitare in questi due giorni. ”Visto che il Comune di Somma Vesuviana è classificato come a rischio elevato da ondata di calore – ha scritto il sindaco – si dispone di evitare incontri e riunioni all’aria aperta soprattutto durante le ore più calde della giornata”. Il sindaco di Somma Vesuviana ha deciso disposto anche con l’ordinanza che la popolazione faccia ”bagni e docce d’acqua fresca per ridurre la temperatura corporea, schermi i vetri delle finestre con persiane, veneziane o tende per evitare il riscaldamento degli ambienti interni.” Le altre indicazioni sono: bere molta acqua (” le persone anziane devono bere anche in assenza di stimolo della sete”), evitare bevande alcoliche, consumare pasti leggeri, mangiare frutta e verdure fresche. Indossare vestiti leggeri e comodi in fibre naturali; poichè gli abiti in fibre sintetiche impediscono la traspirazione, equindi la dispersione di calore”.  Infine, i residenti a Somma Vesuviana vengono invitati ad accertarsi delle condizioni di salute “di parenti, vicini e amici che vivono soli e offrire aiuto ai bisognosi.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti