lunedì 24 Gennaio 2022
HomeAttualitàSomma. Finti lavori di restauro, il sindaco e 5 funzionari indagati

Somma. Finti lavori di restauro, il sindaco e 5 funzionari indagati

SOMMA VESUVIANA. Falso stato di avanzamento dei lavori per il recupero di una chiesa del 1300. Carabinieri notificano 6 misure cautelari dal sindaco Pasquale Piccolo a cinque funzionari del Comune.

Una vera e propria bufera ha sconvolto l’Ente comunale questa mattina. Tra gli indagati spicca il nome del primo cittadino, Pasquale Piccolo, la cui misura cautelare nei suoi confronti lo vede con obbligo di dimora all’esterno del territorio di Somma Vesuviana, per gli altri diverse misure tra cui l’interdizione dai pubblici uffici a quella del divieto di esercizio della professione fino a diversa disposizione.

I carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’ordinanza di applicazione di misure alternative alla detenzione emessa dal Gip di Nola, su richiesta della locale Procura, a carico di sei persone ritenute responsabili di falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici.
Nel corso di indagini dei militari della Compagnia di Castello di Cisterna e dalla stazione di Somma Vesuviana è stato accertato che durante i lavori di recupero del complesso monumentale di San Domenico (un edificio religioso costruito nel 1294 dal Re Carlo II D’Angiò) 3 direttori dei lavori e 3 esponenti della locale amministrazione comunale – V.V., A.P., M.M.,, V.M., G.E. – avevano falsamente attestato lo stato d’avanzamento dei lavori per ottenere l’erogazione di 1.200.000 euro di fondi europei.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti