domenica 23 Gennaio 2022
HomeCultura e SpettacoliSomma. Il teatro per le fasce deboli, accordo Comune e Summarte

Somma. Il teatro per le fasce deboli, accordo Comune e Summarte

Il teatro e la cultura anche per le fasce deboli, l’iniziativa dell’amministrazione Di Sarno in collaborazione col Summarte

SOMMA VESUVIANA. Un progetto che permetterà a disoccupati, anziani, persone diversamente abili e che vivono condizioni economiche disagiate di assistere a spettacoli teatrali, partecipare a corsi di recitazione ed altre iniziative culturali.

Un’iniziativa voluta dall’amministrazione del sindaco Salvatore Di Sarno che ha approvato una delibera di giunta (la numero 117 DEL 29/12/2017) che sancisce nel dettaglio il programma che coinvolge il teatro Summarte.

“Un progetto che sposa in pieno gli obiettivi che vogliamo perseguire nel corso del 2018”, spiega il sindaco Di Sarno, “con il coinvolgimento di altre realtà presenti in città ed in modo particolare delle scuole. Il nostro obiettivo è sensibilizzare i sommesi sull’importanza della cultura, anche teatrale, come volano per mettere in risalto le bellezze e le peculiarità del territorio. A maggior ragione abbiamo accolto l’idea che ci ha proposto il Summarte perché coinvolge le fasce  meno abbienti della popolazione. La proposta coincide, infatti, con le finalità che la nostra Amministrazione intende perseguire anche in una ottica di prevenzione del disagio  minorile vogliamo coinvolgere i bambini in iniziative che possano far esprimere al meglio le loro potenzialità e il teatro è certamente un buon modo per farlo”.

In particolare la convenzione tra Comune e la struttura di via Roma prevede 80 abbonamenti teatrali per assistere ad 8 spettacoli destinati a persone meno abbienti, disoccupati, anziani e diversamente abili, inoltre il Comune potrà utilizzare per alcuni giorni il foyer del Teatro Summarte  per incontri culturali e associativi così come la sala teatrale per le Istituzioni Scolastiche oltre a poter organizzare 10 eventi all’anno all’interno della sala per presentazione di libri, incontri con l’autore, proiezioni e cineforum. Saranno, infine, realizzati due corsi di recitazione, divisi per fasce d’età,  per 30 bambini  per ciascun corso di età compresa tra i 6 e i 14 anni, segnalate dalle scuole e dai servizi sociali.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti