martedì 9 Agosto 2022
HomeCronacaSomma. Omicidio Tufano, in coma uno dei bimbi feriti

Somma. Omicidio Tufano, in coma uno dei bimbi feriti

SOMMA VESUVIANA. Omicidio Tufano. Si sono aggravate le condizioni di salute di uno dei fratellini – di 10 e 12 anni – in coma da diverse ore.

Questi ultimi coinvolti e rimasti gravemente feriti entrambi nell’incidente, che è già costato la vita al 28enne Antonio Tufano, sabato 26 marzo, sono tutt’ora ricoverati in prognosi riservata all’ospedale pediatrico Santobono. I due bambini sono i nipoti di Alessandro Pepe, 37 anni, ritenuto responsabile dell’incidente – avvenuto lungo via San Sossio all’altezza del ponte della strada statale 268 dei Paesi Vesuviani – e per il quale è stato arrestato per il reato -il primo in Italia – di omicidio stradale. L’arresto di Pepe è stato di fatto convalidato dal Gip (giudice per l’udienza preliminare), mercoledì 30 marzo. L’uomo però, visto il coinvolgimento anche di altre persone – i due minori a bordo con lui nell’auto – risponde anche dell’aggravante di lesioni personali stradali. I due bambini nell’impatto con l’auto del giovane Antonio Tufano avevano riportato gravi lesioni – entrambi politraumatizzati mentre il minore aveva riportato anche una lesione alla milza – tant’è che la loro prognosi non era ancora stata sciolta dai medici che li hanno in cura.

Purtroppo dall’altro giorno le condizioni di salute di uno dei fratelli si è ulteriormente aggravata giungendo al coma. Ore di ansia per la famiglia dei minori. Anche il 37enne arrestato, per le ferite riportate nell’impatto, è ancora ricoverato all’ospedale partenopeo Loreto Mare, dov’è piantonato dai carabinieri che lo hanno arrestato della Compagnia di Castello di Cisterna.

Articoli recenti