sabato 22 Gennaio 2022
HomePoliticaSomma. Rianna: "I politici tirati in ballo dalla Concorsopoli si dimettano”

Somma. Rianna: “I politici tirati in ballo dalla Concorsopoli si dimettano”

SOMMA VESUVIANA. Riceviamo e pubblichiamo nota stampa del Consigliere di opposizione Salvatore Rianna.

“I politici di Somma Vesuviana tirati in ballo dagli indagati di Concorsopoli si dimettano”. Lo dichiara il consigliere di opposizione Salvatore Rianna che oggi, dai social, chiede al Sindaco di Somma Vesuviana di evitare altro fango per la città. “L’inchiesta sui concorsi truccati di Sant’Anastasia, con le dichiarazioni degli arrestati trapelate su numerosi organi di stampa, chiama in causa Somma Vesuviana per il coinvolgimento di due persone, un amministratore che avrebbe “raccomandato” concorrenti e un tecnico dal ruolo delicato che avrebbe pagato per vincere uno dei concorsi” commenta Rianna, che aggiunge: “Già la melma ha sfiorato Somma Vesuviana con le indiscrezioni trapelate su un’altra inchiesta, quella che riguarda le elezioni 2017, non vorremmo che anche stavolta schizzi di fango macchino la città. I nomi dei due coinvolti a diverso titolo non sono trapelati sui giornali ma fare “2 + 2” non è difficile e seppure così non fosse per chiunque, si rischia di espandere i sospetti all’intera Amministrazione Comunale. Le dimissioni sono l’unica strada e, se non saranno loro a mostrare più attaccamento all’onore della Città che alla poltrona, ci pensi il Sindaco stesso ricordando che l’indagine di cui parliamo è stata brillantemente condotta dai suoi colleghi della Guardia di Finanza. Non può consentire, lo auspichiamo, che Somma Vesuviana sia amministrata da chi è sospettato di “raccomandare” i suoi protetti o da chi avrebbe messo mano al portafogli per vincere un concorso al quale tanti giovani disoccupati ambivano”. “Aspettiamo con fiducia” conclude il consigliere Rianna.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti