mercoledì 28 Luglio 2021
HomePoliticaSomma. Rianna: "Interrogazione su installazione armadietto Italgas"

Somma. Rianna: “Interrogazione su installazione armadietto Italgas”

SOMMA VESUVIANA. Riceviamo e pubblichiamo le dichiarazioni del consigliere comunale Salvatore Rianna.

“Tra le altre interrogazioni proposte ieri al Consiglio Comunale di Somma Vesuviana ritengo urgentissima quella che riguarda l’installazione di un obbrobrioso armadietto d’acciaio dell’ Italgas allocato in prossimità delle casette dell’acqua e proprio a ridosso di un’area giochi per bambini, unica area fruibile a tale scopo a Rione Trieste. Ho chiesto all’ assessore al Decoro e Arredo Urbano, Maria La Montagna, se esistesse l’autorizzazione paesaggistica per tale struttura che ne ha sostituito una più contenuta ma comunque, a mio parere, già non adeguata all’ ambiente e se ne fosse stata attentamente valutata la pericolosità per i bimbi che in quel luogo vanno a giocare. Sulla struttura sono stati apposti segnali di pericolo esplosione e di allerta relativi a numerosi altri rischi, perciò ho ritenuto chiedere non solo se il pavimento anticaduta dell’area fosse infiammabile e se si possa valutare un diversa collocazione per quell’ armadio d’acciaio. L’ assessore all’ Arredo Urbano ha replicato informando il Consiglio di aver inoltrato regolare istanza all’ Italgas chiedendo la certificazione e le relative autorizzazioni, e di essere dunque in attesa di quanto sollecitato. Considerato che non trovo normale consentire l’allocazione di una struttura sul territorio comunale senza conoscere né essere in possesso delle autorizzazioni e che a mio parere dovrebbe esistere anche una certificazione dei Vigili del Fuoco, resto pazientemente in attesa auspicando che si sia celeri affinché e soprattutto che non siano i bambini a doverne pagare le spese”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti