sabato 23 Ottobre 2021
HomeCronacaSomma. Stabile a rischio crollo, inquiline impediscono controlli

Somma. Stabile a rischio crollo, inquiline impediscono controlli

Somma Vesuviana. Vigili del Fuoco e Municipale sul posto, ma le due donne nonostante il pericolo non vogliono andare via.

Molta preoccupazione oggi pomeriggio in via Spirito Santo per la presenza dei Vigili del Fuoco all’esterno di un fabbricato che già versa in condizioni precarie ma, da come raccontato da alcuni testimoni, oggi presentava una nuova e preoccupante crepa nel muro, probabilmente uno dei perimetrali. I proprietari allarmati dai residenti della zona, hanno prontamente avvisato i Vigili del Fuoco che a loro volta hanno contattato l’ufficio tecnico sommese e la Polizia Municipale. Nonostante il probabile pericolo, le inquiline non hanno consentito l’accesso alle autorità per poter visionare l’interno e capire lo stato della struttura. Naturalmente non si esclude che nelle prossime ore verranno adottati provvedimenti più drastici per tutelare l’incolumità delle due donne. Da come ci spiegano; questa è una storia già attenzionata dagli uffici comunali, i quali non sono mai riusciti a convincere le anziane signore a lasciare il vecchio stabile, impresa fallita anche dai proprietari disposti a ristrutturare l’abitazione ma impossibilitati proprio per l’ atteggiamento oppositivo delle donne. Quella zona, a cavallo tra la fine degli anni ’90 e 2000, già era balzata agli onori della cronaca per il ritrovamento di alcuni scheletri. In un primo momento la presenza dei resti umani fece pensare alla mano della camorra, supposizione poi smentita dalle ricerche storiche che riportarono alla luce un’antica storia del ‘600. Infatti durante l’epidemia di peste, riempiti i luoghi sacri si pensò di seppellire i morti anche in altri posti, tra questi l’area di via Spirito Santo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti