giovedì 29 Settembre 2022
HomeCronacaSoroptimist dona all’Arma kit per registrare denunce delle vittime di violenza ovunque

Soroptimist dona all’Arma kit per registrare denunce delle vittime di violenza ovunque

NAPOLI. Questa mattina, presso la Stazione dei Carabinieri di Napoli Capodimonte, la Presidente del Club Napoli Soroptimist International d’Italia Anna Rosaria lorio insieme alla Presidente Nazionale dell’Unione Mariolina Coppola ha consegnato al Comandante Provinciale, Generale Canio Giuseppe La Gala, un kit informatico destinato alla “Stanza tutta per sé” inaugurata nel dicembre del 2016 come spazio dedicato alle deposizioni di vittime di abusi o violenza di genere.
Il kit -un pc, un microfono e una webcam- è contenuto in una valigetta portatile per consentire ai militari di raccogliere ovunque occorra le testimonianze delle vittime di violenza e permette di registrare con elevata sensibilità acustica ogni elemento utile, senza interruzioni o richieste di ripetizioni.
Hanno presenziato all’iniziativa il Procuratore per i Minorenni di Napoli Maria de Luzenberger e il Procuratore Aggiunto di Napoli Raffaello Falcone, quest’ultimo a capo di un pool di magistrati specializzato nella lotta alla violenza di genere, i rappresentanti di Centri Antiviolenza istituiti in città e delle Associazioni attive su questo tema.
In piena attuazione del Protocollo d’intesa nazionale tra Soroptimist e l’Arma, si rinsalda a livello locale la collaborazione tra il Club Soroptimist partenopeo ed il Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli: obiettivo comune il contrasto al fenomeno della violenza sulle donne.
Violenza il cui contrasto è da sempre una delle priorità anche dell’Arma dei Carabinieri.
Il Comando Provinciale di Napoli infatti, oltre a promuovere il “mobile angel” (uno smartwatch per le vittime di stalking e violenza) ha recentemente costituito un team di Carabinieri specializzati a disposizione per le emergenze in ogni luogo della provincia. I frutti di questo impegno nel 2019 sono stati evidenti: un arresto ogni 28 ore.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti