sabato 24 Settembre 2022
HomeComunicati stampaIl sottosegretario Bobba: «Una legge per il volontariato»

Il sottosegretario Bobba: «Una legge per il volontariato»

Il sottosegretario Bobba a Napoli: «Una legge per liberare le energie del volontariato»

«Il premier Renzi ha dato la scossa ed ha consentito un processo di mobilitazione positiva dentro il mondo delle associazioni e del volontariato. Qui ci sono tante energie che hanno voglia di prendersi le responsabilità per contribuire ad essere protagonisti di una fase di straordinario cambiamento in tutto il Paese». Così il sottosegretario al lavoro e alle politiche sociali Luigi Bobba ha commentato l’incontro tenutosi a Napoli, presso il centro congressi Tiempo, sulla riforma del Terzo Settore.

L’incontro è stato organizzato dal Csv Napoli e il Forum del Terzo Settore della Campania dopo che il Governo Renzi ha lanciato le linee guida per una riforma del Terzo Settore, sulle quali è stata aperta una consultazione per raccogliere dagli enti no-profit, dai loro stakeholders e dai cittadini osservazioni e suggerimenti.

Bobbia si è soffermato anche sul ruolo dei Csv, i centri di servizio per il volontariato: «Con la nuova legge vorremmo dare un ruolo non solo alle realtà associative ma anche alle reti organizzate, in modo da uscire dalla frammentazione e puntare agli strumenti che facilitano le aggregazioni e orientino a dei compiti comuni. In questo senso il contributo dei Csv può essere importante».

All’incontro hanno partecipato Giuseppe De Stefano (presidente Csv Napoli),  Francesco Buccino (portavoce Forum del Terzo Settore Campania), l’assessore regionale al lavoro Severino Nappi. Pasquale Orlando ha moderato e coordinato gli interventi: nutrita la partecipazione dei cittadini, rappresentanti del mondo del volontariato e del terzo settore di Napoli e della Campania

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti