lunedì 26 Settembre 2022
HomePoliticaSottosegretario Gava nelle zone inquinate, la candidata Donnarumma: "Mai più terra dei...

Sottosegretario Gava nelle zone inquinate, la candidata Donnarumma: “Mai più terra dei fuochi”

Pomigliano d’arco. Tina Donnarumma: «Mai più Terra dei Fuochi, la soluzione non è un miraggio».
Così la candidata del centrodestra nel collegio uninominale di Acerra che questa mattina, insieme a Vannia Gava, sottosegretario di Stato al Ministero della Transizione Ecologica, e al consigliere regionale Severino Nappi, ha visitato, ad Acerra, la zona Pantano. Cinquantamila tonnellate di ecoballe nel mezzo di terreni fertili, una situazione che dura da oltre 18 anni. «La contaminazione dei terreni incide sulla salute e sull’aumento esponenziale di carcinomi e tumori – dice Tina Donnarumma – se siamo qui è per riaccendere un faro sulla urgente necessità di smaltimento e delle successive bonifiche. Sono abituata ai fatti e posso affermare senza timore di smentita che il centrodestra è per una svolta risolutiva agli annosi problemi ambientali che attanagliano il territorio».
La candidata Donnarumma, con il senatore Francesco Urraro, ha poi accompagnato il sottosegretario Gava in territorio di Sant’Anastasia, in una zona al confine con Pomigliano d’Arco e Casalnuovo ed a lei l’assessore all’ambiente, Ciro Pavone, ha consegnato un dossier sulle aree inquinate di Masseria San Giovanni – dove sono presenti tonnellate di rifiuti speciali e combusti – e su via Preziosa. «Fondi ministeriali consentiranno di ampliare la videosorveglianza e saremo a disposizione per intercettare qualunque altro aiuto che consenta di bonificare definitivamente quelle aree per le quali i costi sono assolutamente improponibili per qualsiasi bilancio comunale – aggiunge la Donnarumma». Il Collegio Uninominale Campania 1/05 (sistema elettorale maggioritario) è composto dai Comuni di Acerra, Casalnuovo, Castello di Cisterna, Cercola, Ercolano, Massa di Somma, Pollena Trocchia, Pomigliano d’Arco, Portici, San Giorgio a Cremano, San Sebastiano al Vesuvio, Sant’Anastasia e Volla.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti