Home Cronaca Spaccio di droga ad Afragola, 10 arresti nel clan Barbato-Bizzarro

Spaccio di droga ad Afragola, 10 arresti nel clan Barbato-Bizzarro

paletti

Nell’ambito di un’indagine diretta dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli – Direzione Distrettuale Antimafia, i Carabinieri della Compagnia di Casoria e della Stazione di Afragola, nella giornata del 21 settembre hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di dieci soggetti (9 in carcere e 1 agli arresti domiciliari), gravemente indiziati dei delitti di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio (artt. 73 e 74 DPR 309/1990).
Le indagini, condotte dalla Stazione Carabinieri di Afragola tra il luglio 2018 e il maggio 2019, hanno consentito di documentare l’operatività di un gruppo criminale (conosciuto come “Barbato – Bizzarro”) dedito al traffico di sostanze stupefacenti, operante nel comune di Afragola ed avente come base operativa l’insediamento popolare del Rione Salicelle. Nel corso dell’attività, i Carabinieri hanno raccolto validi elementi comprovanti l’esistenza e l’attività di due distinte piazze di spaccio di sostanza stupefacente (in particolare hashish e cocaina) site all’interno del predetto insediamento popolare, individuandone i capi promotori, i loro gestori e i pusher, oltre che i canali di approvvigionamento dello stupefacente. Le piazze in questione erano particolarmente redditizie, arrivando ad effettuare anche un centinaio di cessioni al giorno per un guadagno complessivo giornaliero di qualche migliaio di euro.
Nel corso dell’indagine sono stati eseguiti vari riscontri, con sequestro di sostanza stupefacente del tipo hashish e cocaina e con il contestuale arresto in flagranza dei detentori.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunto innocente fino a sentenza definitiva.
I nomi degli arrestati:
1. BIZZARRO Francesca

2. MOCERINO Eva

3. PICCO Anna

4. D’AMBRA Raffaele

5. RAUCCI Antonio

6. SERPE Vincenzo

7. SERPE Ciro

8. D’AMBRA Gaetano

9. MARRONE Mauro

10. SERPE Paolo

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Nessun commento