lunedì 14 Giugno 2021
HomeCronaca"Spaccio per aiutare i miei malati", concessi gli arresti domiciliari

“Spaccio per aiutare i miei malati”, concessi gli arresti domiciliari

Napoli. Un 50enne di Napoli, G. G., è stato arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti (cannabinoidi) a seguito di una perquisizione nella sua abitazione dovuta a una segnalazione giunta al Commissariato. Nella sua camera da letto sono stati rinvenuti 4 panetti di sostanza di colore marrone, avvolta in cellophane, 31 stecchette della medesima sostanza, confezionata in carta di caramelle ed ulteriori 4 stecche di sostanza solida oltre a un bilancino di precisione, un coltello, un taglierino e una somma di denaro in contanti. La sostanza era destinata alla cessione a terzi e si è escluso l’uso personale.

Nel corso dell’interrogatorio l’indagato, difeso dall’avvocato Rosario Arienzo, ha ammesso integralmente gli addebiti, dichiarando di aver agito per le difficoltà economiche connesse anche alle necessità di cura della madre malata e del fratello in fin di vita.

Il Tribunale di Napoli tenuto conto delle circostanze esaminate, considerata la tipologia di stupefacente detenuta (appartenente al novero delle cd. droghe leggere) e valutata la personalità non allarmante di G.G., incensurato e collaborativo, ha concesso a quest’ultimo un credito fiduciario e ha stabilito gli arresti domiciliari presso la sua abitazione. E’ inoltre vietato all’indagato di avere contatti diretti, epistolari, telefonici e/o telematici con persone diverse da quelle che con lui coabitano.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti