giovedì 24 Giugno 2021
HomeCronacaStalking, scarcerato ritorna a perseguitare alla ex

Stalking, scarcerato ritorna a perseguitare alla ex

Caserta. Nella mattinata odierna, i Carabinieri della Compagnia di Caserta hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di P.S. cl.’74, ritenuto responsabile di atti persecutori ai danni dell’ex fidanzata, di cui al reato p. e p. dall’art. 612-bis c.p.. Le indagini svolte da questa Procura della Repubblica, originate dalla querela presentata dalla vittima, consentivano di accertare la condotta criminale tenuta dal1’indagato, il quale — non accettando la conclusione della relazione sentimentale – aveva perseguitato la sua ex compagna, seguendola ovunque, pedinandola, minacciandola e tempestandola di messaggi e telefonate, così da ingenerare nella donna un perdurante e grave stato di ansia e paura, costringendola a temere per la propria incolumità e conseguentemente ad alterare le sue normali abitudini di vita. A seguito di tali condotte il P.S. era stato, in passato, sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla donna, successivamente sostituita con quella degli arresti domiciliari stante la violazione delle prescrizioni impostegli. Pur essendo stato l’uomo condannato a due anni di reclusione, con il beneficio della sospensione condizionale e conseguente revoca della misura in atto, sin dal giorno successivo alla sua scarcerazione riprendeva a tormentare la vittima sia mediante messaggi e telefonate volte a scoprire le sue nuove frequentazioni, sia seguendola, giungendo persino a nascondersi nell’androne del palazzo in cui abita. I continui pedinamenti culminavano in pesanti ingiurie pubbliche e in percosse mediante schiaffeggiamenti. Reiterati, inoltre, i danneggiamenti di autovettura subìti dalla donna in questo periodo, nonché il distacco di corrente elettrica nel proprio appartamento. La giovane vittima si determinava conseguentemente a denunciare i vari episodi subìti, vicende rapidamente riscontrate dalle indagini dei Carabinieri, con conseguente celere applicazione ed esecuzione della misura custodiale per il delitto di stalking.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti