sabato 28 Maggio 2022
HomeAppuntamentiStanotte a Napoli, Alberto Angela: 'A Natale in tv un messaggio di...

Stanotte a Napoli, Alberto Angela: ‘A Natale in tv un messaggio di speranza’

Napoli. Appuntamento per sabato sera 25 dicembre su Rai1 con “Stanotte a Napoli”, la trasmissione di Alberto Angela che racconterà le meraviglie della città partenopea.

 Foto conferenza stampa

“Napoli è il cuore pulsante della nostra cultura” così Alberto Angela commenta l’immenso patrimonio della città partenopea protagonista del prossimo viaggio del divulgatore  scientifico più noto d’Italia; “Stanotte a Napoli” andrà in onda in prima serata sabato 25 dicembre su Rai1. Questa mattina al Museo Archeologico di Napoli alla conferenza stampa di presentazione, moderata dal capo ufficio stampa Rai Stefano Marroni, Angela “ai piedi” della celebre scultura marmorea del “Toro Farnese” insieme al direttore del museo Paolo Giulierini, al sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, al direttore di Rai 1 Stefano Coletta e al direttore del coordinamento palinsesti Rai Marcello Ciannamea ha raccontato le “luci” di una città antica, meravigliosa, magica. Castel dell’Ovo, Piazza del Plebiscito, Teatro di San Carlo, Palazzo Reale, San Gregorio Armeno e poi ancora la cappella di Luciella, il monastero di Santa Chiara, il Cristo Velato e tanti altri tesori sono stato messi in risalto da Angela e la sua troupe per la sera di Natale. Non è solo in questo viaggio nel ventre di una città mistica e profana, con lui artisti di grande spessore come Giancarlo Giannini nei panni di Carlo di Borbone, Massimo Ranieri che con la sua voce renderà ancor più suggestivo il monastero delle clarisse e poi la passione spumeggiante di Marisa Laurito, la raffinatezza di Serena Autieri che farà rivivere il Cafè Chantant, Serena Rossi che canterà il legame della città con il caffè e poi non poteva mancare il mito di Maradona, Dio sceso in terra per i napoletani, raccontato da Salvatore Bagni. Un’esplosione di emozioni all’anteprima proiettata nella sala 16 del museo, e tanti sono stati gli applausi per Alberto Angela, sempre più idolo dei giovani. «Un grande regalo che Napoli fa agli italiani» spiega il sindaco Manfredi, continua: «un grande messaggio al paese, abbiamo un potenziale inimmaginabile grazie alla storia della città e alla sua grandissima forza». «Tanti momenti incredibili abbiamo vissuto con Alberto Angela, ed esprimo un profondo riconoscimento per lui. Questo è un punto di partenza fondamentale per la città» il commento del direttore del MANN Paolo Giulierini. Il direttore di Rai 1 Stefano Coletta, invece, dichiara: «Ogni volta che Alberto Angela torna è un riconoscimento nei confronti del servizio pubblico in ambito divulgativo e culturale in prima serata». «Stanotte a Napoli è il nostro regalo al pubblico italiano» spiega Ciannamea direttore palinsesto Rai:« è l’ennesimo gioiello che Rai servizio pubblico realizza mettendo insieme le eccellenze e Alberto Angela con la sua squadra e il centro produzione di Napoli sono eccellenze». «É bello esplorare Napoli con chi Napoli la conosce, la redazione ha fatto un lavoro straordinario» spiega Albero Angela: «la città ha avuto tanti conquistatori ma ogni volta è stato lasciato qualcosa, qui si trova il mondo. Napoli dà saggezza che in questo periodo è molto importante. Sappiamo che è una città con luci e ombre, ma noi ci concentriamo sulle luci e ne scopriamo di nuove che anche noi ignoravamo. Credo che quello che stiamo dando agli italiani, la sera di Natale, è un messaggio di speranza». Tra le tante “luci”, come le chiama Angela, sicuramente la più bella e che emozionerà più di tutte è quella emanata dai ragazzi della Sanità, che con la loro orchestra chiuderanno la grande opera televisiva che la Rai ha realizzato nella città di San Gennaro.

Articoli recenti