martedì 27 Settembre 2022
HomeAttualitàStatale sorrentina, Di Nardo (Idv): “Il nuovo tunnel rischia di peggiorare...

Statale sorrentina, Di Nardo (Idv): “Il nuovo tunnel rischia di peggiorare il caos viabilità”

Statale sorrentina, Di Nardo (Idv): “Il nuovo tunnel rischia di  peggiorare il caos viabilità. Urgenti altre soluzioni”.

“Il nuovo tunnel Seiano-Pozzano sulla statale sorrentina rischia di essere una soluzione peggiore del problema che intende risolvere. Può trasformarsi in un’infrastruttura dannosa per l’economia e la vivibilità di un importante territorio della Campania. Il traffico sarà ancora più congestionato se non si adotteranno gli adeguamenti necessari a evitare l’imbottigliamento all’altezza di Vico Equense”. Lo dichiara Nello Di Nardo, segretario regionale di Italia dei Valori, che prosegue: “Anche in questi giorni è bastato che la galleria di Seiano venisse chiusa per avere l’ennesima dimostrazione di quanto sia delicato il sistema di trasporti da e verso la penisola sorrentina: chilometri di code, pendolari e autobus turistici costretti ad attese estenuanti. Nessuno nega l’urgente necessità di avere un sistema più adeguato, che sia rispettoso di un paesaggio che ci viene invidiato in tutto il mondo e, allo stesso tempo, risponda alle esigenze di chi qui vive e lavora”. “La variante – continua Di Nardo -è nata con questo intento, ma potrebbe non bastare e diventare l’ennesimo esempio di un’opera per cui vengono sprecati soldi pubblici. Voglio ricordare che per quest’opera sono già stati spesi 70 milioni di euro. La Polstrada, come ha riportato la stampa in questi giorni, ha lanciato un allarme sicurezza sul traffico suggerendo di vietare il transito ai mezzi pesanti. Ciò creerebbe disagi negli approvvigionamenti dei comuni della penisola, oltre ad avere ricadute sul traffico all’altezza di Seiano nel comune di Vico Equense. Del resto, già l’apertura della nuova galleria porterà un aumento del numero di veicoli in arrivo. Il 9 giugno i sindaci della penisola sorrentina sono chiamati in Prefettura a un incontro in cui si confronteranno con i vertici di Anas e Polstrada sulla questione viabilità. Tale riunione può essere l’occasione utile a ragionare insieme sulla possibilità di rendere carrabile la strada che collega Seiano all’impianto di depurazione di Punta Gradelle e che finora è stata utilizzata soltanto per ragioni di cantiere”. “So bene- prosegue Di Nardo- che su quest’idea ci sono aspre critiche degli ambientalisti. Il mio è un invito a ragionare laicamente su questa possibilità, senza battaglie ideologiche e preconcetti, ma con senso di responsabilità anche sull’utilizzo delle risorse pubbliche. Se ci fossero tutte le condizioni di sicurezza per aprire al traffico quella strada, non ci troveremmo con il più che prevedibile imbottigliamento a Seiano e le conseguenze negative sul resto della statale. La bellezza del paesaggio della penisola sorrentina sta molto a cuore a Italia dei Valori, ma mi chiedo: è bella e sostenibile dal punto di vista ambientale una statale congestionata con centinaia di veicoli intrappolati nel traffico?”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti