sabato 24 Settembre 2022
HomeAttualitàSTEM Study Visit to Italy, al via la seconda edizione del programma...

STEM Study Visit to Italy, al via la seconda edizione del programma per due giovani innovatori georgiani

Si occuperanno di digital trasformation a tutto tondo Davit Daneila e Mariam Maisuradze, i due giovani innovatori georgiani da ieri – e fino al prossimo 21 dicembre – a Napoli per prendere parte alla seconda edizione del programma “STEM Study Visit to Italy”, promosso da Fondazione COTEC e da GITA – Georgia’s Innovation and Technology Agency, in partnership con Spici srl e Materias srl.

Entrambi i due giovani, con un’expertise in Intelligenza artificiale, Big data ed Innovation management, saranno coinvolti in attività di progettazione e sviluppo di soluzioni digitali e consulenza per la trasformazione digitale. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Tbilisi e ha tra le finalità quella di rafforzare l’esperienza dei giovani innovatori georgiani nel campo della ricerca tecnico-scientifica e di consolidare ed espandere la collaborazione a sfondo tecnologico tra Italia e Georgia.
Ad aprile scorso è stata lanciata la call che ha permesso a Davit – ingegnere informatico di 23 anni – e Mariam – project manager di 25 anni, già founder di una startup in Georgia – di essere selezionati per partecipare ad una full immersion nel settore digital transformation,
in Italia presso la sede di Spici (Società per l’Innovazione, la Cooperazione e l’Internazionalizzazione), presente nell’hub tecnologico di San Giovanni a Teduccio nella città di Napoli.

In programma un fitto calendario di incontri e visite per far conoscere ai due giovani georgiani l’ecosistema campano dell’innovazione con visite a laboratori, centri di ricerca ed aziende. Inoltre, saranno invitati a partecipare agli “Inspirational Talk” della Apple Academy con prestigiosi testimonial. Sono già previste iniziative di mentoring anche con docenti degli atenei campani della Federico II, Suor Orsola Benincasa, L’Orientale e con altri professori delle università del territorio. Il percorso di formazione, partito ieri nell’hub tecnologico di San Giovanni Teduccio a Napoli, è frutto della “Giornata dell’innovazione italiana in Georgia”, iniziativa promossa dall’ambasciata italiana in Georgia. Nel mese di maggio 2022, una delegazione italiana, tra cui una folta presenza campana, ha partecipato all’evento a Tblisi. In quell’occasione il presidente della Agenzia GITA, Avtandil Kasradze, il presidente di Cotec Luigi Nicolais, l’assessore regionale alla Ricerca Valeria Fascione e l’Ambasciatore d’Italia in Georgia Enrico Valvo hanno presentato il programma e le sue finalità.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti