martedì 16 Agosto 2022
HomeCultura e SpettacoliSuccesso di pubblico all'Arena Flegrea per Biagio Izzo con "Un giorno all'improvviso"

Successo di pubblico all’Arena Flegrea per Biagio Izzo con “Un giorno all’improvviso”

Biagio Izzo è andato in scena ieri, venerdì 1 luglio, nella meravigliosa location all’aperto dell’arena flegrea della Mostra d’oltremare di Fuorigrotta con la sua nuovissima commedia estiva intitolata “Un giorno all’improvviso”, scritta dal commediografo e attore teatrale Edoardo Tartaglia. Assieme a Biagio Izzo sul palco ci sono Mario Porfito, Francesco Procopio e Rita Corrado. La commedia è promossa dal Teatro Troisi di Napoli di Pino Oliva con la direzione artistica di Fabio Brescia.

Nella magica notte del 10 Maggio 1987 quattro amici Biagio, Mario, Francesco e Tonino, ebbri di felicità per la conquista dello scudetto del Napoli, si dissero addio su una spiaggia del litorale partenopeo. I quattro, in fondo, non erano mai stati amici nel senso tradizionale. Erano ”amici di stadio”, uniti solo dalla passione per il Napoli. Non fu dunque difficile perdersi di vista e non rivedersi più. Ma, evidentemente, non avevano mai dimenticato quel giuramento di quella notte, semmai il Napoli si  fosse trovato in finale in coppa dei campioni, il giorno prima si sarebbero ritrovati lì. Ed eccoli di nuovo insieme, tra il ricordo dei divertimenti del passato e il desiderio di divertimento del futuro, la loro amicizia si vestirà di nuovi colori. L’Azzurro su tutti, ovviamente! L’azzurro del cielo, del mare e soprattutto l’azzurro del Napoli.

Una commedia estremamente divertente ed esilarante, in due atti, che regala abbondanti risate allo spettatore per l’intera durata della rappresentazione scenica (circa 140 minuti compreso intervallo). Il finale è del tutto a sorpresa e lascia lo spettatore senza fiato, ma con una profonda riflessione su una delle tematiche più trattate e originali degli ultimi tempi: il transgenderismo. La tematica viene trattata con una tonalità leggera, ma allo stesso tempo con il dovuto rispetto e la serietà che l’argomento richiede. Alla fine, oltre i pregiudizi e lo scetticismo, a vincere è sempre la fede per la squadra calcistica del Napoli.

Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti