venerdì 4 Dicembre 2020
Home Appuntamenti Successo per la Festa del baccalà, 12mila presenze e obiettivi raggiunti

Successo per la Festa del baccalà, 12mila presenze e obiettivi raggiunti

SOMMA VESUVIANA. Successo per la seconda edizione della Festa del baccalà 2015. Grande soddisfazione per l’associazione organizzatrice Coves (Comitato Promozione dello Stoccafisso e Baccalà e dei prodotti del Territorio Vesuviano) e del suo presidente l’imprenditore Mario Sodano: “Qualità, impresa ed economia”, gli obiettivi raggiunti.

Non poteva essere altrimenti, la patria del baccalà partenopea è Somma Vesuviana e a darne dimostrazione è stato il successo della Festa del baccalà 2015 tenutasi il 2,3,4 ottobre nella campestre location l’ “azienda agricola Beneduce”. Dodicimila presenze provenienti da tutto l’hinterland campano, dodici ristoratori  annoverati tra le eccellenze campane che hanno cucinato il “celebre baccalà” nelle sue più svariate ricette,  numerose adesioni di aziende del territorio che hanno investito negli stand. Partner d’eccezione l’Islanda, con  il patrocinio del Parco nazionale del Vesuvio, la collaborazione delle aziende “fratelli D’Avino” e “Jolly Fish” che hanno fornito la materia prima. Mario Sodano presidente Coves (Comitato Promozione dello Stoccafisso e Baccalà e dei prodotti del Territorio Vesuviano), dichiara: “Abbiamo dato tanta visibilità e pubblicità ai nostri ristoratori, fondamentalmente obiettivo che ci eravamo imposti, infatti la grande soddisfazione è stata che anche le aziende espositrici hanno avuto dei fortissimi riscontri”, che continua “Inoltre ci siamo interfacciati con una nuova realtà del territorio che è il teatro Summarte, infatti giovedì primo ottobre c’è stata la presentazione dell’evento, con la sinergia dell’autore Ciro Salatiello che ha presentato  il suo libro “Gli ingredienti di una vita”, presente una delegazione dei nostri partner islandesi. Il Summarte, inoltre, ha gestito lo spettacolo nelle tre serate”. Poi, dice: “dietro la parolina magica baccalà, che è un forte attrattore di persone che vengono a degustarlo proprio a Somma, eccellenza nella preparazione del famoso piatto, noi ci inseriamo i prodotti nostrani come ad esempio i pomodori del piennolo”.  Conclude “la Coves si espressa ad un ottimo livello e abbiamo raggiunto i nostri tre obiettivi principali, che sono: economia che è stata ridistribuita sul nostro territorio, pubblicità elargita alle aziende coinvolte e la qualità offerta”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Campania, Confapi: Amazon valore aggiunto per Pmi

Il presidente Marrone: «Bene accordo per internazionalizzazione» Napoli – «L'accordo concluso da Confapi con Amazon, il Politecnico di Milano e Ice per sostenere le sue...

Paletti in ghisa nel basolato antico, esposto alla Soprintendenza

Somma Vesuviana. Un nuovo esposto per i paletti in ghisa fatti installare dal Comune bucando il basolato del borgo medievale del Casamale. A presentarlo...

Terra dei Fuochi, “Il vice prefetto Romano all’Agenzia di Sviluppo: sancita sinergia per Action Day”

Camposano. L’incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi dei rifiuti in Campania, Filippo Romano, in visita alla sede dell’Agenzia di Sviluppo dei Comuni...

Una messa per ricordare Carmine, vittima del Covid

Somma Vesuviana. In tempi di Covid una preghiera, una presenza in chiesa ( rispettando le norme) é un modo per essere vicini ad una...

Amianto, l’associazione “Il Castello di Cisterna” chiede chiarimenti al sindaco

Castello di Cisterna. Una situazione presente davanti agli occhi di tutti, ora l'associazione "Il Castello di Cisterna", scrive una nota pubblica in cui chiede...
- Advertisment -