mercoledì 22 Settembre 2021
HomeCronacaTamponato e picchiato, "Sindaco per agire aspettiamo una tragedia?"

Tamponato e picchiato, “Sindaco per agire aspettiamo una tragedia?”

Somma Vesuviana. La storia di Tommaso Cuccolo l’avevamo scritta ieri, pubblicando la lettera di una sua amica rimasta sconvolta da quanto gli era accaduto. Ma oggi è stato proprio il giovane a pubblicare il suo legittimo sfogo sui social.

La lettera. “Somma è bellissima, ma ora ci sentiamo in costante pericolo”

Quello che mi è accaduto ieri alle ore 13.30 circa è qualcosa di terribile.
Sono stato tamponato da una macchina,dopo essere stato tamponato sono sceso da dentro la macchina per parlare con la persona che mi ha tamponato chiedendo spiegazioni…
Nulla di male,invece per lui chissà che cosa era successo,mi ha aggredito dandomi degli schiaffi,Mi ha minacciato a morte.
Lui era accompagnato da un altra persona.
In quel momento ho mantenuto la calma senza reagire ma ho solamente risposto a parole chiedendogli il motivo di tutto ciò(poteva andare peggio)
Ho 23 anni e come tanti ragazzi ha tanti obbiettivi.
Non sono figlio di papà,tutto quello che ho l’ho realizzato con le mie mani,lavorando senza mai fermarmi perché come già ho detto ho tanti obbiettivi da realizzare. La mia macchina era il sogno che ho realizzato dopo 3 anni di lavoro.
Non tanto per il tamponamento ma per quello che mi è successo dopo psicologicamente sono distrutto.
Queste persone non possono circolare in giro e non si possono infrangere i sogni di un ragazzo.
Allora io chiedo giustizia per tutte queste persone che fanno del male a chi la mattina si alza per andare a lavoro per realizzarsi.
Non è accettabile tutto questo.
E tutto uno schifo…
Allora mio caro sindaco Salvatore Di Sarno Sindaco di Somma Vesuviana cosa stiamo aspettando?
Stiamo aspettando il momento che succede qualche tragedia?
Io sono stato fortunato e ringrazio dio che non mi è successo niente.
Ringrazio tutte le persone che in quel momento mi sono state vicino…
Caro sindaco vi chiedo solamente aiuto.
Per chi come me guarda sempre la luce anche nei momenti più bui.
Non è bello tutto questo…che schifo…

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti