lunedì 30 Marzo 2020
Home Cronaca Tamponi non autorizzati, Finanza e Nas controllano e sanzionano centro diagnostico

Tamponi non autorizzati, Finanza e Nas controllano e sanzionano centro diagnostico

Napoli. Tamponi non autorizzati in un centro diagnostico di Napoli. Scoperto da carabinieri e guardia di finanza nell’ambito dei servizi svolti per garantire il rispetto dei provvedimenti restrittivi adottati per l’emergenza epidemiologica da “COVID-19” disposte dal Comando Carabinieri per la Tutela della Salute di Roma al fine di contrastare le condotte di chi – approfittando dell’attuale situazione emergenziale – pone in essere pratiche commerciali scorrette, paventando la possibilità di eseguire tamponi/esami diagnostici finalizzati al riscontro della presenza del Covid-19, tenuto conto che tale diagnosi è consentita esclusivamente alle strutture accreditate presso l’Istituto Superiore di Sanità.

In tale contesto il Nas dei carabinieri di Napoli, insieme a personale del Gruppo Pronto Impiego della Guardia di Finanza di Napoli e del Dipartimento di Prevenzione dell’ASL NA/1 Centro, nel corso dei servizi hanno eseguito presso i poliambulatori di un istituto diagnostico del quartiere napoletano di Soccavo una verifica tesa ad appurare lo svolgimento di test di rilevazione del Coronavirus.

- Advertisement -

Nel corso dell’attività ispettiva sono state accertate violazioni di carattere amministrativo ovvero riscontrate carenze sanzionate dalla D.G.R.C. n.7301/2001 e smi, ed in particolare:

– utilizzo di locali siti al secondo piano della struttura non autorizzati, utilizzati quale deposito materiali/spogliatoio;
– carenze di natura igienico-sanitarie, che saranno oggetto di segnalazione all’Autorità competente (ASL NA/1 centro);

Al termine il titolare dell’istituto è stato diffidato dal Dipartimento di Prevenzione dell’ASL NA/1 Centro a interdire l’area non autorizzata e al ripristino dello stato dei luoghi così come tecnicamente autorizzato.

Proseguono i controlli da parte del N.A.S. Carabinieri e della Guardia di Finanza, finalizzati a tutelare la salute pubblica, i consumatori e gli operatori onesti contrastando i comportamenti illegali e fraudolenti che sfruttano l’attuale emergenza sanitaria determinata dal “Covid-19”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Ad Ottaviano nasce l’iniziativa solidale “Chi può metta, chi non può prenda”

OTTAVIANO. "Chi può metta, chi non può prenda"", la frase usata nel suo studio dal medico e santo San Giuseppe Moscati è ora...

Pomigliano. Covid19, via ai posti di blocco e new jersey per i controlli

POMIGLIANO D'ARCO. Covid19, da domani posti di blocco con new jersey per controllare tutte le auto. Poche contravvenzioni elevate oggi a Pomigliano d'Arco, "sintomo" che...

Buoni spesa ad Acerra. Ecco come averli

E’ già online sul sito del Comune di Acerra la modulistica per poter richiedere il buono spesa connesso all’emergenza alimentare da coronavirus per l’acquisto...

Covid19, 30minuti d’aria al giorno per i bimbi: a Napoli parte la petizione

NAPOLI. Covid19, 30minuti di passeggiata al giorno per i bimbi: la petizione promossa dall'associazione GuapaNapoli. "Trenta minuti di passeggiata all'aria aperta per i bambini" durante...

Sale a 63 il numero dei medici deceduti per covid 19

Altri due medici si aggiungono alla lista dei decessi tra i camici bianchi per Covid-19: sono, si apprende dalla Federazione degli ordini dei medici...
- Advertisment -