mercoledì 21 Aprile 2021
HomeCultura e SpettacoliTeatro San Carlo. Ecco la programmazione di marzo 2021 in streaming

Teatro San Carlo. Ecco la programmazione di marzo 2021 in streaming

Napoli. Il Turco in Italia di Gioachino Rossini in forma di concerto, disponibile on line da venerdì 19 marzo vedrà sul podio il direttore toscano Carlo Montanaro alla guida di Orchestra e Coro del Teatro di San Carlo, quest’ultimo preparato da Gea Garatti Ansini.

Il turco Selim sarà interpretato da Marko Mimica mentre Julie Fuchs, soprano francese in ascesa e tra i più acclamati della sua generazione, fa il suo debutto al San Carlo nei panni di Donna Fiorilla.

Ho sempre amato l’Italia – afferma Julie Fuchs – e sono onorata ed entusiasta di fare il mio debutto al Teatro San Carlo, uno dei teatri più antichi e iconici d’Europa. Anche se mi sono esibita alcune volte in Italia, quello di Donna Fiorilla è il mio primo ruolo lirico completo in questo meraviglioso Paese. Il fatto che tutto ciò avvenga con Il Turco in Italia di Rossini, rende il mio debutto ancora più speciale. Adoro infatti cantare il suo repertorio, che è strettamente legato al San Carlo e sono entusiasta di avere anche altri progetti rossiniani in Italia nel prossimo futuro”.

Un debutto al Lirico di Napoli è anche quello del giovane tenore russo Ruzil Gatin nel ruolo di Don Narciso. Completano il cast Paolo Bordogna (Don Geronio), Alessandro Luongo (Prosdocimo), Gaia Petrone (Zaida), Filippo Adami (Albazar).

Il Turco in Italia, opera buffa in due atti di Gioachino Rossini su libretto di Felice Romani fu rappresentata per la prima volta nel 1814 alla Scala di Milano.

Il rapporto di questo lavoro con Napoli è evidente fin dall’inizio dell’opera, quando i turchi sbarcano proprio sulla costa della città, dove si svolge tutta la vicenda. Peraltro l’anno dopo il nuovo successo milanese, nel 1815, Rossini accettò l’invito dell’impresario Domenico Barbaja trasferendosi proprio a Napoli come direttore del Teatro di San Carlo per i successivi sette anni e finalmente nel 1820 anche il Turco in Italia approdò sui palcoscenici napoletani.

Il titolo torna al Lirico di Napoli dopo l’ultima ripresa nel 2004 che era stata accolta con grande affetto dal pubblico

Da venerdì 12 marzo sarà invece disponibile on line un concerto sinfonico che vedrà il direttore musicale Juraj Valčuha dirigere l’Orchestra del Teatro di San Carlo nella suite da concerto Pulcinella di Igor Stravinskij e ne la Sinfonia n.4 “L’inestinguibile” op.29 di Carl Nielsen. Se la celebre composizione di Stravinskij è opera molto nota, meno conosciuta è la Sinfonia n. 4 di Nielsen, mai eseguita prima al San Carlo. Fu composta dall’autore danese tra il 1914 e il 1916 ed è la prima composizione che diede a Nielsen notorietà internazionale.

Infine, l’ultimo appuntamento del mese, in calendario da venerdì 26 marzo è con il Quartetto d’Archi del Teatro di San Carlo composto dalle prime parti dell’Orchestra del Massimo napoletano Cecilia Laca, Luigi Buonomo, Antonio Bossone, Luca Signorini che eseguiranno il Quartetto per archi n. 8 in do minore, op. 110 di Dmítrij Šostakóvič, e il Quartetto n. 4 in do minore dall’op.18 di Ludwig van Beethoven.

Il cartellone in streaming del Teatro di San Carlo sarà annunciato di mese in mese e gli spettacoli saranno fruibili su MyMovies.it e on demand sul sito shop.teatrosancarlo.it.

È possibile sottoscrivere un miniabbonamento al costo di 4,99 che dà diritto ad usufruire illimitatamente degli spettacoli per tutto il mese o in alternativa, è possibile acquistare lo streaming di un singolo appuntamento al costo di 2,29 euro, con una disponibilità del contenuto prescelto della durata di una settimana.

Gli spettacoli saranno disponibili dal primo giorno di programmazione e fino alle 23:59 del 31 marzo 2021 sul portale MyMovies.it e – per i primi tre giorni – anche sulla pagina Facebook del Teatro San Carlo.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti