lunedì 26 Settembre 2022
HomePoliticaTendostrutture scuole Angri, M5S: "No a baraccopoli"

Tendostrutture scuole Angri, M5S: “No a baraccopoli”

ANGRI (SA). Alcuni genitori hanno segnalato la loro contrarietà alla realizzazione di tensostrutture annunciate dall’amministrazione, per garantire gli spazi extra nelle scuole del territorio. E’ una soluzione che il Miur prevede solo in estrema ratio e non è consigliabile ad Angri: il MoVimento 5 Stelle dice no alla realizzazione di baraccopoli e propone un’altra soluzione. “L’idea dell’amministrazione comunale di Angri di prevedere la realizzazione di tensostrutture per reperire spazi adeguati alle scuole del territorio non ci convince: vi sono locali ad Angri disponibili ad accogliere gli studenti per garantire il rispetto delle norme anti-Covid. L’Ente avrebbe dovuto pensare prima ad una soluzione del genere, sfruttando i fondi ministeriali extra previsti nel Decreto Rilancio per l’edilizia scolastica e non ridursi all’ultimo minuto per soluzioni che non garantiscono spazi adeguatamente attrezzati. – dichiarano il candidato sindaco di Angri M5S, Giuseppe Iozzino – Bisognava organizzare conferenze di servizi già in estate per evitare di arrivare impreparati oggi. Non vogliamo assistere al montaggio di baraccopoli nelle nostre scuole. È bene valutare l’utilizzo di strutture comunali disponibili o prevedere, con una manifestazione d’interesse, spazi stabili in cui svolgere adeguatamente le lezioni in presenza. In ogni caso, al di là di interviste e proclami, ad Angri manca la Partecipazione: sarebbe stato opportuno interpellare i genitori per capire cosa ne pensano e trovare una soluzione insieme al personale scolastico”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti