domenica 25 Settembre 2022
HomeCronacaTentano cavallo di ritorno con un cellulare: arrestati

Tentano cavallo di ritorno con un cellulare: arrestati

NOCERA INFERIORE. Avevano trovato un cellulare Galaxy di ultima generazione e avevano pensato bene di “ricavarci” qualcosa tentando un cavallo di ritorno: sono stati arrestati.

I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Torre Annunziata hanno arrestato per estorsione in concorso Antonio Sarno, 54 anni e Francesco Sarno, 29 anni, entrambi di Nocera Inferiore (Salerno) e incensurati. Un giovane di 32 anni di Torre Annunziata aveva denunciato ai militari che la sera prima a Nocera Inferiore aveva smarrito il telefono cellulare e che dopo aveva ricevuto una telefonata da alcune persone che gli avevano detto che se lo rivoleva avrebbe dovuto pagare 50 euro, non si è fatto ricattare, anzi si è presentato ai carabinieri denunciando tutto. Gli uomini dell’Arma hanno predisposto la trappola facendo credeva ai due uomini che la loro vittima aveva ceduto, appena incassata la banconota sono stati arrestati e adesso sono in attesa del rito direttissimo.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti