giovedì 18 Agosto 2022
HomeCultura e SpettacoliTerre del Sud: al via con Salatiello, chef della Ssc Napoli e...

Terre del Sud: al via con Salatiello, chef della Ssc Napoli e la giornalista Nadia Verdile

TORRE DEL GRECO. Terre del Sud: taglio del nastro in grande stile con Salatiello, chef della Ssc Napoli e Nadia Verdile aspettando il gran galà.

Taglio del nastro, il 18 giugno presso il Gora Club di viale Campania a Torre del Greco, del primo evento/gala dedicato alle eccellenze campane “Terre del Sud”. La kermesse, promossa dalla cooperativa sociale “Anchioleali”, con direzione artistica di Rosario Rivieccio e in partenariato con il Ministero dei Beni Culturali, la Regione Campania, il Comune di Napoli, Caserta, Salerno e province, la Coldiretti, il Touring Club Campania, la Camera di Commercio di Napoli, la Coldiretti, Napoli Città Metropolitana, Federalberghi-Costa del Vesuvio, gli istituti superiori “Cavalcanti” di Napoli, “Degni” e “Francesco D’Assisi” di Torre del Greco, “Francesco De Gennaro” di Vico Equense, e tante altre realtà associazionistiche del territorio,  si protrarrà fino al 25 giugno e si concluderà quel giorno con il Gran Galà teso a premiare eccellenze campane che si sono distinte in diversi settori: premio alla carriera per l’artista Eugenio Bennato; premio al giornalismo e all’editoria per Nadia Verdile e Antonello Perillo; premio allo spettacolo per Paolo Caiazzo; premio Città di Torre del Greco per l’imprenditore Mauro Ascione; premio botteghe artigiane per la sartoria Attolini di Napoli e molti altri.

Aperta, giovedì 18, la mostra di eccellenze con l’esposizione di oltre 40 quadri e sculture degli artisti: Antonio Irlanda, Rita e Maria Cuciniello, Gennaro Eroico, Marco Di Maio, Tiziana Esposito, Perna Vincenzo, Teresa Bisogno, Giuseppe Aprea, Rosa Cozzolino, Francesco e Stefano Formisano, Gelsomina Sannino, Carlo Esposito, Salvatore Buonandi, Piera Castellano, Vanna di Vuolo; opere futuristiche di Assunta Improta e manufatti realizzati dalla cooperativa sociale che gestisce; presepi del “Gruppo il Presepe” di Torre del Greco coordinato da Giovanni Cardone con lavori di Enrico Cigliano, Angelo Borriello, Franco Forlano, Giacomo Benevento, lavori in terracotta di Andrea Scala; opere in corallo e cammei di Aniello Pernice con montature di Giuseppe Granato; vino e prodotti manufatti realizzati dalla cooperativa “Selva Lacandona” di Ciro Corona; Abiti couture di Mega-ann nuovo brand nato dagli stilisti di Susy Esposito esposti nell’atelier Alba Chiara di via Toledo a Napoli; abiti artistici realizzati dalla scuola di moda del Liceo Artistico “Degni” di Torre del Greco; lavori e manufatti della scuola “Francesco d’Assisi” di Torre del Greco; degustazioni enogastronomiche con prodotti tipici offerte dagli istituti alberghieri “Cavalcanti” e “De Gennaro”.

Ieri, 19 giugno, si è svolta l’Open Day, giornata di cultura, confronti, dibattiti culturali e workshop. Dopo il coffe break ha avuto inizio la tavola rotonda “Il turismo e le potenzialità economiche strutturali dei nostri territori ala luce della nuova Legge Regionale per un futuro sostenibile”, a cui hanno preso parte Giovanni Pandolfo, Console Regionale Touring Club Campania, Angelo Pica, presidente Costa del Vesuvio, Antimo Manzo e Italo Talia, autori del libro “Il tempo e la storia”, edito da Pironti, e Ciro Salatiello, lo chef della SSC Napoli e autore del libro “Gli ingredienti di una vita” edito da Polidoro. “Il turismo non decolla nelle nostre terre – ha detto Pandolfo- perché il più delle volte manca cognizione di causa, conoscenza e formazione negli amministratori e in chi è deputato a garantire infrastrutture, progetti e iniziative”. Ciro Salatiello, invece, ha svelato alcuni segreti racchiusi nel suo libro su alcune delle ricette più rappresentative della tradizione culinaria napoletana come il Casatiello, la Pastiera e il Ragù. Grande fermento, poi, per il seminario delle 15 sullo scottante argomento della Terra dei Fuochi a cui hanno partecipato la giornalista del Mattino, Nadia Verdile, autrice del libro “La Reggia di Carditello. Fasti e Feste, furti ed aste, angeli e redenzioni”, edito da Ventrella, che per la sua battaglia per il recupero della Real Tenuta Borbonica ha ricevuto minacce di morte, il docente-biologo casertano Lorenzo Piccolo, il vice presidente del consiglio comunale di Napoli Marco Nonno, autore del libro “Pianura 2008. I giorni della monnezza”, gli editori Ettore e Roberta Ventrella, il responsabile relazioni esterne di Coldiretti Nicola Rivieccio. “La Reggia di Carditello, antico splendore dell’epoca borbonica – ha detto la Verdile – ha subito negli anni furti e depredazioni. Messa all’asta nel 2011 è ritornata allo Stato il 9 gennaio del 2014 grazie all’intervento dell’ex Ministro Massimo Bray. Poi ci sono state minacce da parte della criminalità, la Fondazione che doveva nascere è ferma e l’attuale Ministero dei Beni Culturali tace. Dobbiamo chiederci perché e, insieme, tutti, soprattutto i giovani, non dobbiamo fermare questa e molte altre battaglie”. Interessanti, poi, i dati forniti dal biologo Lorenzo Piccolo in cui è emerso che da un rapporto del 2013 in Campania sono risultati circa 600 siti inquinati a fronte dei 4mila della sola Lombardia e che l’81% di essi si trova da Roma a salire. Inoltre, Piccolo, ha illustrato il problema della diminuzione del Pil nel Mezzogiorno dopo la legge sul Federalismo Fiscale. Poi, prodotti sani e autentici stato l’argomento affrontato dai rappresentanti di Coldiretti, che sostengono l’evento con prodotti Doc come l’albicocca del vesuviano, il pomodoro San Marzano, la ciliegia della Recca, limone di Sorrento IGP e tanti altri prodotti nostrani promossi con Campagna Amica. “Coldiretti con Campagna Amica – ha detto Nicola Rivieccio – si impegna per la valorizzazione delle risorse agroalimentari del territorio con la promozione dei pregi nutrizionali e di sapore che costituiscono un contributo per garantire, oltre che sana alimentazione per i cittadini, la continuità di opportunità di sviluppo sostenibile locale”. A deliziare la giornata culturale un banchetto con la degustazione di primizie culinarie realizzate dall’Istituto “Cavalcanti” di Napoli tra formaggi, salumi, primi, secondi, fritture, dolci e specialità varie. La mostra di eccellenze si protrarrà fino al 25 giugno e sarà visitabile gratuitamente presso il Gora  Club, in viale Campania 15 a Torre del Greco, ogni giorno dalle 18 alle 22. Il 25 giugno è il grande giorno del Galà: interverranno molti dei premiati, Eugenio Bennato ritirerà il premio ed eseguirà alcuni dei suoi più noti brani; si esibirà il Coro Giovanile del San Carlo, il tenore Francesco Todisco, i giovani emergenti Antonio Colantuono, Daniela Federico e Raffaele Battiloro. Presenteranno la serata Marianna Mercurio e Nello De Martino, dopo la premiazione la cena di Gala presso il ristorante Villa Federico con le delizie culinarie dei più grandi chef stellati campani.

Articoli recenti