giovedì 2 Dicembre 2021
HomeCultura e Spettacoli"The red lion" al teatro Bellini. In scena fino al 21 novembre

“The red lion” al teatro Bellini. In scena fino al 21 novembre

Egea - Black Friday

Ieri abbiamo assistito allo spettacolo The red lion di Patrick Marber, con la regia di Marcello Cotugno coproduzione La Pirandelliana/Teatri Uniti.

Lo spettacolo si è svolto interamente in uno scarno ed essenziale spogliatoio di calcio dilettantesco, la scena si è aperta con Gaetano, interpretato da Nello Mascia che stira le magliette per la partita dei Red Lion che avverrà nel pomeriggio. Il secondo a entrare in scena è Andrea Renzi, nei panni dell’allenatore, sin dalle prime battute si intuisce la vera natura della piéce che usa il calcio come metafora della vita. I due, Gaetano e allenatore vogliono speculare sulla giovane promessa calcistica, il giovane Palmieri, interpretato dal bravissimo Simone Mazzella.

I tre protagonisti, nelle loro conversazioni, inducono lo spettatore a considerazioni universali, sui grandi temi come la lealtà la giustizia e senso di appartenenza, che dalle batture crude, taglienti e spesso ironiche, disegnano a perfezione un clima dove vige la mediocrità e una violenza tra i protagonisti dello spogliatoio che restituisce un’idea abbastanza lontana dall’essere un posto dove formare dei giovani ai valori sportivi.

La piéce dura 2 ore, e replicherà fino a domenica 21 novembre.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti