mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeAppuntamentiTorna il Presepe Vivente nella parrocchia di San Giuseppe in località Marchesa

Torna il Presepe Vivente nella parrocchia di San Giuseppe in località Marchesa

BOSCOREALE. Torna il Presepe Vivente kolossal della parrocchia di San Giuseppe in località Marchesa a Boscoreale: 40 postazioni, prodotti delle terre locali, monete ed abiti d’epoca.

Una dodicesima edizione tutta da godere che si terrà il 25, 26 e 27 dicembre a partire dalle 19 in un contesto magico grazie all’ambiente dell’antica contrada rurale boschese che in ogni periodo dell’anno dà l’impressione di vivere realmente in un presepe. E ad aggiungere fascino alla manifestazione di carattere solidale per sostenere le opere parrocchiali, spuntano i costumi realizzati a mano e l’antica moneta coniata appositamente per l’occasione: ogni “spicciolo” avrà il valore di 50 centesimi, cifra simbolica da spendere presso le postazioni che sfornano alimenti artigianali. E l’elenco è lunghissimo: Dolciaria, Nettare degli Dei (vino locale), Zeppolaro, Castagnaro, “Patanaro” (patate in diverse forme), pizzaiolo, taverniere, panettiere, e caseificio con la mozzarella preparata sul posto. Inoltre gli altri stand ospiteranno: Il fabbro per ferrare i cavalli, il pastore Benito o Benino, “l’impagliaseggia”, il censimento dell’epoca, la pastaia, la capera (parrucchiera), il barbiere, il taglialegna, il bazar d’epoca, il vasaio, il tappezziere, la fattoria, l’ovaiola (venditore di uova), il macellaio, il fruttivendolo, sarte e ricamatrici, il ferraio e ramaio, il carbonaio, l’argentiere che farà da cambiamonete, il falegname, l’acquaiola, e naturalmente le altre tappe tipiche del presepe napoletano a partire dalla Natività. Una kermesse imponente per cui via Marchesa e piazza Marchesa a Boscoreale resteranno chiuse al transito durante la manifestazione.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti