sabato 25 Giugno 2022
HomeCronacaTorre del Greco, finge crisi per incassare aiuti Covid: scattano sequestri

Torre del Greco, finge crisi per incassare aiuti Covid: scattano sequestri

Torre del Greco. Alla città del corallo un primato, il primo sequestro nell’ ambito dei ristori “COVID” agli imprenditori. In particolare la Guardia di Finanza del Gruppo di Torre Annunziata (guidati dal colonnello Gennaro Pino) hanno scoperto un commerciante che aveva dichiarato che la Pandemia Covid gli aveva ridotto di oltre 100mila euro il fatturato e per questo aveva percepito un cospicuo contributo a sostegno.
Le indagini dei militari hanno permesso di scoprire le false dichiarazioni che oggi hanno
portato proprio le Fiamme Gialle all’esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo, diretto e per equivalente, emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Torre
Annunziata su conforme richiesta della stessa Procura. Sequestro avvenuto nei confronti di
un imprenditore operante nel settore dell’abbigliamento di Torre del Greco, che
avrebbe autocertificato dati non veritieri nella domanda per accedere al contributo
assistito da garanzia statale previsto dal DI. 23/2020 ( “Decreto Liquidità”).
In particolare, ad effettuare le verifiche sono stati i militari della Compagnia Guardia di Finanza di Torre del Greco, dalle quali è emerso che il destinatario del
provvedimento, titolare della ditta, avrebbe percepito tale contributo a sostegno delle
imprese danneggiate dall’epidemia da Covid-19, attestando di aver conseguito un
fatturato riferito all’anno 2019 pari ad Euro 122.217,00, a fronte di un valore
ammontante in realtà ad Euro 22.217,00.
“Si tratta del primo sequestro preventivo disposto, nel circondario di Torre
Annunziata, per violazione della normativa emanata per far fronte alla crisi delle
imprese per effetto dell’emergenza epidemiologica in atto”, commenta il procuratore Nunzio Fragliasso, “Alla luce delle risultanze emerse, questa Procura della Repubblica ha richiesto e ottenuto il provvedimento cautelare reale per l’importo indebitamente percepito dal
soggetto, pari ad Euro 12.500,00, costituente il profitto del reato di indebita
percezione di erogazioni a danno dello Stato, ipotizzato in capo all’indagato.
In fase di esecuzione del provvedimento sono stati sottoposti a sequestro n. 2
motoveicoli intestati al soggetto nonché disponibilità liquide, rilevate su n. 1 rapporto
finanziario. Sono tuttora in corso accertamenti finalizzati ad individuare saldi attivi
detenuti dall’indagato presso ulteriori istituti bancari”.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti