mercoledì 22 Settembre 2021
HomeCronacaTruffato dal figlio ricatta la madre tentando di estorcerle 4.500 euro

Truffato dal figlio ricatta la madre tentando di estorcerle 4.500 euro

NAPOLI. Pistola al volto, tenta di estorcere ad una donna 4mila e 500 euro: “Dammi i soldi, tuo figlio mi ha truffato”. Rintracciato e fermato dai carabinieri della stazione Arenella, un 48enne residente a Casavatore, con l’accusa di tentata estorsione aggravata ad una 57enne. In realtà l’uomo aveva sborsato quei 4mila e 500 euro per ricevere 4 patenti per la guida di autoambulanze, senza dover sostenere esami ma l’uomo, un 40enne, che ha intascato i soldi, nel giro di qualche giorno si è dileguato facendo sparire le sue tracce.

A quel punto la madre di quest’ultimo è stata avvicinata dal 48enne  che con una pistola al volto le aveva intimato di consegnarle “a stretto giro” il denaro che ha dato al figlio raccontandole di un prestito. La donna, invece, si è recata dai carabinieri e ha sporto doppia denuncia: per la scomparsa del figlio e di essere stata vittima di una tentata estorsione da parte di una persona che armato di pistola le aveva intimato di consegnarle i 4mila e 500 euro, corrispondenti ad un debito non onorato dal figlio. I militari dopo aver rintracciato la persona scomparsa ed aver approfondito le indagini, sono riusciti ad identificare e bloccare anche l’estorsore, quale responsabile della tentata estorsione, riconosciuto anche dalla vittima.

Dalle indagini, di fatto, era emerso che i 4.500 euro non erano un prestito, bensì la somma che il 48enne di Casavatore avrebbe consegnato al figlio della denunciante per poter avere, senza sostenere esami, 4 patenti per la guida di autoambulanze per altrettanti intestatari ancora da identificare. Il 40enne, che non aveva procurato le patenti al committente e non voleva restituire neanche il denaro, per paura di ripercussioni aveva pensato bene di allontanarsi da casa facendo perdere le proprie tracce. Dalla perquisizione fatta, infine, presso l’abitazione del fermato, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato una pistola scacciacani modello Smith e Wesson calibro 38, priva tappo rosso e 28  cartucce dello stesso calibro.

L’uomo è stato fermato con l’accusa di tentata estorsione aggravata e questa mattina il fermo è stato convalidato dall’autorità giudiziaria competente che ha disposto la custodia presso il carcere di Poggioreale dove era già stato associato.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti