giovedì 24 Giugno 2021
HomePoliticaTufano (Pd). "La maggioranza ha messo alla berlina il presidente del consiglio"

Tufano (Pd). “La maggioranza ha messo alla berlina il presidente del consiglio”

POMIGLIANO D’ARCO. Continuano le polemiche sull’ultima seduta del consiglio comunale a Pomigliano d’Arco. Una seduta finita in bagarre: urla, insulti, provocazioni ed infine l’abbandono dell’aula da parte del Sindaco e della maggioranza di centrodestra.

La scorsa domenica è apparso un manifesto a firma delle forze politiche del centro-destra che attacca duramente il Movimento Cinque Stelle. Una seduta finita con la maggioranza che non rientra in aula e la minoranza resta al suo posto. Non capita praticamente mai. Abbiamo chiesto a riguardo un parere al capogruppo del Pd, Michele Tufano.
Come giudica tutto quanto avvenuto nell’ultima seduta consiliare?
‘’Innanzitutto un fatto: questo è il primo manifesto prodotto dai partiti di maggioranza da quando è avvenuta la proclamazione. Ebbene il primo manifesto della maggioranza viene dopo quasi sei mesi e viene non ‘’per qualcosa’’, ma ‘’contro qualcuno’’. Già questa mi sembra una cosa di per sé eloquente’’.
Nel manifesto i consiglieri del M5s vengono definiti ‘’eversivi’’, non le sembra un termine eccessivo?
‘’Dovremmo imparare a misurar bene le parole, a dargli il giusto peso. ‘’Eversive’’ furono le bombe delle Brigate Rosse, di certo non gli smartphone dei Grillini. C’è da dire che sicuramente impedire il regolare svolgimento di un Consiglio Comunale è un fatto grave, antidemocratico, tipico di chi non è avvezzo al confronto. Ma chi è che, abbandonando l’aula, ha impedito che il Consiglio si svolgesse? Di certo non le opposizioni. C’è tuttavia un importante elemento di novità politica’’.
Cioè?
‘’La vera novità è che, credo, questa sia la prima volta che una maggioranza mette così pubblicamente alla berlina il Presidente del Consiglio Comunale. Prima in aula: abbandonando la seduta è stata la maggioranza, e non le opposizioni, a decretare di fatto l’incapacità del Presidente di gestire il Consiglio. Poi nel manifesto, invitando pubblicamente il Presidente a far rispettare le regole’’.
Cosa si nasconde, dunque, dietro le diatribe dell’ultimo consiglio comunale?
‘’La verità, e lo si vede dal livello cui è trasceso il dibattito politico, è che manca una connessione con la Cittadini ed una idea di Città da realizzare attraverso l’azione amministrativa. I cittadini di Pomigliano vorrebbero che il proprio Consiglio Comunale discutesse dei problemi della Città, non di altro. Dovremmo iniziare a dargli retta’’.

.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti