lunedì 26 Settembre 2022
HomeAppuntamentiTutto pronto per la via Crucis a Pompei, in costumi e scenografie...

Tutto pronto per la via Crucis a Pompei, in costumi e scenografie d’epoca

POMPEI. Sempre più affascinante e coinvolgente la via Crucis a Pompei, realizzata in autentici costumi d’epoca romana. Il 13 aprile (ore 20,30), domenica delle Palme, circa 150 attori riporteranno tra le strade della città mariana la toccante e commovente rappresentazione scenografica della passione e crocefissione di Cristo.

Il percorso della Via Crucis 2014 segnerà un ritorno alle origini, partendo da piazza Immacolata, di fronte all’ingresso degli scavi archeologici, per simboleggiare l’unione tra l’antica città pagana e quella moderna, cristiana. La Via Crucis, poi, si articolerà su piazza Bartolo Longo, via Roma, via Carlo Alberto, via Lepanto per concludersi sul sagrato della Basilica, dove si svolgerà il processo a Gesù e la simbolica crocefissione.

Altra novità di rilievo della XIII edizione della Via Crucis sarà la presenza di un corposo gruppo di volontari del corpo dei Vigili del Fuoco in Congedo che, in antichi costumi da vigiles (i pompieri ai tempi dell’antica Roma) seguiranno l’intero percorso della manifestazione.

«La presenza dei vigiles e di tutto il corteo di figuranti negli antichi costumi romani in occasione della rappresentazione della Via Crucis – dichiara Giuseppe Balsamo, coordinatore dei vigiles – rappresenta idealmente un legame che unisce le due anime di Pompei, città di fede mariana e città archeologica, due anime che rendono unica e irripetibile la città e tutta la suggestione di un evento che farà rivivere, nei costumi e nelle atmosfere antiche, l’universale messaggio di speranza della Passione di Cristo, dio fatto uomo, morto e poi risorto».

La direzione artistica è affidata al gruppo teatrale “G.a.t.i.” di Elio Sorrentino che, in collaborazione con l’associazione “Legio I Adiutrix” di Aniello Napolitano porterà in scena 150 figuranti in abiti d’epoca che faranno rivivere la passione e morte di Cristo.

L’evento è promosso dal Lions Club Pompei Host 108 YA, presieduto da Pasquale Scarafile, in collaborazione con il Rotary International, con il patrocinio della Regione Campania, della Città di Pompei, del Pontificio Santuario di Pompei e della Camera di Commercio e dell’Artigianato di Napoli.

«La Via Crucis – spiega Pasquale Scarafile, presidente del Lions Club Pompei – è diventato un appuntamento abituale con cui iniziano le celebrazioni della Settimana Santa a Pompei: è un momento particolarmente sentito, che richiama fedeli da ogni parte d’Italia. È un evento che richiede anche un grosso sforzo organizzativo, dovuto soprattutto alla fedele e meticolosa riproduzione di abiti e ambientazioni d’epoca. Per questo ringrazio tutte le forze che hanno partecipato attivamente alla realizzazione della XIII edizione. Il nostro desiderio è di renderlo un evento sempre più coinvolgente».

La manifestazione è nata nel 1997, promossa dal Lions Club di Pompei – Villa dei Misteri e si è svolta ogni Venerdì Santo fino al 2005 (tranne che nel 1999, quando in città fervevano i lavori per il Giubileo). La Via Crucis, dopo una breve pausa, è stata organizzata ininterrottamente dal 2008, celebrata però nella domenica delle Palme e non più il giorno del Venerdì Santo, per separarla dalla funzione liturgica vera e propria.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti