giovedì 19 Maggio 2022
HomePolitica"Una città sporca e senza servizi", il Psi spiega perché ha abbandonato...

“Una città sporca e senza servizi”, il Psi spiega perché ha abbandonato il sindaco Di Sarno

Somma Vesuviana. Una città sporca e abbandonata. Per queste ragioni, fra le altre, il partito socialista ha lasciato la maggioranza del sindaco Salvatore Di Sarno. Ora i dirigenti della sezione Sommese entrano nel dettaglio con un manifesto nel quale elencano i motivi principali che li hanno spinti ad una decisione così radicale, facendo dimettere anche il loro esponente in giunta Ciro Cimmino. “Il partito socialista italiano ha lasciato l’amministrazione di sarno per i seguenti motivi:
1) mancata condivisione delle scelte. il sindaco e’ un novello cerbero, le scelte vengono prese da una triade;
2) mancata intitolazione della piazza vittorio emanuele III al sen francesco de martino; 3) servizi sociali gestiti in modo approssimativo; 4)cimitero in condizioni pietose;
5)polizia locale e viabilita’ allo sbando; 6)ecologia: paese sporco;
7)contenzioso : comune sempre sconfitto (vedi soficoop etc etc)
8) parcheggio a raso via aldo moro: ci sono volute 2 delibere consiliari”.a i fallimenti dell’amministrazione guidata da Salvatore Di Sarno sono molteplici, solo i fan più accaniti continuano a negarli dimostrando di essersi messo spesse fette di prosciutto sugli occhi. Tant’è che gli stessi socialisti rincarano la dose. “Potremmo continuare ma preferiamo non sparare sulla Croce Rossa”, aggiungono nel loro documento, “Il partito Socialista e’ stato sempre trattato come la Cenerentola di questa amministrazione. Ma a tutto c’e’ un limite.
Non si potevano spendere quasi centomila euro dei soldi dei cittadini per feste e festicciole natalizie in piena pandemia (la determina n°458 del 24 dicembre ndr). Il partito socialista lavorera’ alla costruzione di una coalizione progressista che dia lustro a questa citta’”.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti