sabato 1 Ottobre 2022
HomeAttualitàUn’estate da re, i Carmina Burana incantano il pubblico alla Reggia di...

Un’estate da re, i Carmina Burana incantano il pubblico alla Reggia di Caserta

Applausi a scena aperta all’inaugurazione della rassegna musicale estiva diretta da Antonio Marzullo. L’8 settembre il concerto-omaggio a De André con Peppe Servillo

La grande musica varca i cancelli e avvolge i cortili della Reggia di Caserta al debutto di Un’Estate da RE, in una serata di grandi suggestioni sottolineata da un tripudio di voci e percussioni.

Sabato 3 settembre, i Carmina Burana di Carl Orff diretti da Michael Balke – direttore eccelso e acclamato nei più prestigiosi teatri internazionali – hanno conquistato il pubblico accorso numeroso al Palazzo Reale e dato il via alla VII edizione dell’attesa rassegna musicale estiva.

In scena hanno dialogato le voci di Deniz Leone, Laura Claycomb e Paolo Ingrasciotta, accompagnate dal Coro del Teatro dell’Opera di Salerno, dal Coro di Voci Bianche del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno e dall’Orchestra Filarmonica “Giuseppe Verdi” di Salerno. Sul palco circa 200 elementi hanno dato vita a settanta minuti di musica eccelsa – seguiti da un bis (“O fortuna”) – come solo la cantata scenica profana di Carl Orff sa offrire, con tutta la sua intensità ed energia, alla presenza di oltre 2000 spettatori (tra cui giovani, famiglie, turisti) e del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

«È stata una inaugurazione “reale”, scandita da una composizione importante, difficile – ha commentato il direttore artistico Antonio Marzullo – interpretata da grandi specialisti: tre solisti, due cori e una grande orchestra. Il pubblico ha risposto alla grande. È stata una vittoria per tutti, per la Scabec e per la Regione Campania, perché siamo riusciti a coinvolgere tanti turisti e soprattutto tanti giovani. Questo grazie a una vincente politica dei prezzi contenuti che ha consentito la partecipazione di intere famiglie con bambini al seguito, che hanno così potuto conoscere la maestosità della musica in un luogo altrettanto maestoso come la Reggia di Caserta

Programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020), organizzata e promossa dalla Scabec – società regionale di valorizzazione dei beni culturali – in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta, il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno, Un’Estate da RE si prepara già si prossimi quattro appuntamenti.

«Intanto è stata una prima serata che ci soddisfa, sia per la qualità della musica che per il grosso riscontro di pubblico che ha reso omaggio a un magnifico monumento come la Reggia di Caserta – ha dichiarato l’amministratore unico di Scabec Pantaleone Annunziata –. Per questa settima edizione si è scelta una formula che, dopo un inizio che ci ha riportato nel medioevo, ci consentirà di viaggiare nel presente attraverso la musica contemporanea. Ci aspetta infatti una toccante rivisitazione in chiave sinfonica dei brani di Fabrizio De André, una serata soul con protagonista Mario Biondi e un emozionante finale con un doppio speciale concerto di Claudio Baglioni.»

Un’Estate da RE taglia così con successo il nastro della settima edizione.

Giovedì 8 settembre si torna in scena con “Fabrizio De André Sinfonico” diretto da Geoff Westley, con Peppe ServilloIlaria Pilar Patassinil’Orchestra e il Coro del Teatro Giuseppe Verdi di Salerno.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Saverio Falco
Saverio Falco
Giovane studente, intraprendente, ricco di fantasia, creativo e gioioso. E' veramente un piacere avere tra noi autori, scrittori, giornalisti, filosofi, ma soprattutto ragazzi come quello odierno: un'anima che ama la cultura in tutte le sue sfaccettature, che trasmette un pensiero legato all'amore puro, dai sentimenti profondi. Nel 2012 fa il suo battesimo con la carta stampata, rivelando all'attenzione di noialtri lo spirito polivalente dell'esistenza. (A cura del poeta GIANNI IANUALE)

Articoli recenti