mercoledì 21 Aprile 2021
HomeSenza categoriaVaccini Covid: gli operatori del diritto chiedono l'inserimento tra le categorie a...

Vaccini Covid: gli operatori del diritto chiedono l’inserimento tra le categorie a rischio contagio

Napoli. Arcangelo Urraro, Segretario dell’Unione regionale dei Fori campani, ha prodotto un documento in cui chiede che “gli operatori del diritto vengano inseriti prioritariamente tra le categorie più esposte al rischio contagio”.

Pensiamo ai colloqui in carcere con i detenuti per gli avvocati che sin dall’inizio della pandemia non hanno fatto mancare il loro sostegno a chi è ristretto in regime inframurario- afferma Urraro– Rappresentiamo circa 36000 avvocati iscritti ai 10 consigli dell’ordine della Campania.

Il documento è rivolto:

  •    Al sig. Ministro della Salute
  •    Al Sig. Ministro della Giustizia
  •    Al Sig.  Presidente della Regione Campania
  •    Al Sig. Presidente della Corte di Appello di Napoli
  •    Al Sig. Procuratore Generale presso la Corte di Appello di Napoli
  •    Al Presidente della Corte d’Appello di Salerno
  •    Al Sig. Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Salerno
  •    Al Sig. Presidente del CNF
  •    Al Sig. Coordinatore OCF
  •    Al Presidente della Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense
  •    Ai Sig.ri Presidenti dei Consigli dell’Ordine dei Distretti di Napoli e di Salerno

Ecco il testo:

– L’Unione Regionale dei Fori Campani rileva che la pandemia, sin dalle sue prime manifestazioni nel febbraio 2020, ha visto, purtroppo, tra le categorie più esposte gli operatori del comparto della Giustizia e, per la precipua loro attività, in particolare, gli Avvocati;

– l’Amministrazione della Giustizia è espressamente annoverata tra i servizi pubblici essenziali dall’art. 1 della Legge 12/6/1990 n°146;

– ai sensi dell’art. 24 della Costituzione, “la difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento”;

– nel critico contesto emergenziale, l’impegno degli Avvocati non è mai venuto meno nell’opera di tutelare i diritti e le esigenze dei cittadini e delle imprese, avendo Essi continuato a svolgere ininterrottamente la propria attività di assistenza anche durante il periodo del lockdown in quanto inclusi nelle categorie ATECO che dovevano proseguire a svolgere i Servizi Pubblici Essenziali;

– nonostante tutte le precauzioni adottate in conformità alle disposizioni legislative e regolamentari, l’Avvocatura ha dovuto registrare un numero molto elevato di professionisti forensi che hanno contratto il COVID-19, anche con conseguenze letali;

– d’altronde la regolare prosecuzione della giurisdizione non può prescindere dal perfetto stato di salute di tutti gli Operatori della Giustizia, Magistrati, Avvocati e personale Amministrativo;

– nel caso di contagio da COVID-19 di un Operatore della Giustizia, si verificano blocchi e/o ritardi dell’attività, con inevitabile aggravamento delle già nefaste conseguenze finora prodotte dalla pandemia sulla regolarità della giurisdizione.

Tanto premesso, visto che si è finalmente pervenuti alla fase in cui è possibile programmare le vaccinazioni anti COVID-19, si ritiene che la Giustizia non possa tollerare ulteriori ostacoli e condizionamenti al proprio regolare e corretto funzionamento né che i cittadini e le imprese possano subire ingiustificabili limitazioni ai propri diritti e pertanto

CHIEDE

Che tutte le Autorità competenti vogliano includere gli Operatori della Giustizia (Magistrati togati ed onorari, Avvocati e praticanti Avvocati e personale Amministrativo) tra i soggetti da includere nella cd Fase 2 del Piano di vaccinazione Nazionale a carattere volontario.

FA VOTI

Affinchè l’Ill.mo Presidente della Regione Campania, On. Vincenzo De Luca, come i suoi omologhi della Regione Sicilia e Toscana, Voglia disporre, in via di urgenza, l’inserimento nella fase 2 del piano vaccinale di tutti gli avvocati della Regione Campania.

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO                                                  IL PRESIDENTE

Avv. Arcangelo Urraro                                                              Avv. Gennaro Torrese

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti