martedì 9 Agosto 2022
HomePoliticaVandali imbrattano monumento ai caduti, l'indignazione del vicesindaco

Vandali imbrattano monumento ai caduti, l’indignazione del vicesindaco

SOMMA VESUVIANA. Nomi e organi genitali disegnati con una bomboletta spray blu il monumento ai caduti di Somma Vesuviana.

Un gesto irrispettoso che copre i nomi dei sommesi che persero la vita nel corso dei due conflitti mondiali, nomi che l’ex sindaco Ferdinando Allocca volle ricordare apponendo una specifica lapide sul monumento di marmo e bronzo che si trova in piazza Vittorio Emanuele III. A denunciare lo scempio il vicesindaco Gaetano Di Matteo dal suo profilo Facebook. “Indignarsi non basta”, scrive Di Matteo, “Bisogna assolutamente lavorare sul senso civico dei giovani cittadini affinché comprendano il vero valore delle istituzioni e dei suoi simboli”. E in ultimo un appello rivolto ai cittadini: “Perché non ripuliamo il nostro monumento ai caduti noi cittadini per dimostrare che il senso civico vince sul vandalismo?”. Per chi pensa che non sia possibile, è lo stesso Di Matteo a spiegare che intende raccordarsi con l’assessore all’Ecologia Nunzio Saviano e e promuovere “una bella iniziativa con tutti gli indignati del nostro paese che pretendono il rispetto delle istituzioni e dei loro simboli”. Resta da vedere se i sommesi accoglieranno la proposta, per ora resta lo scempio di ragazzini senza un minimo di cultura.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti