mercoledì 5 Ottobre 2022
HomePoliticaVigili nel carosello per Abete, esposto a viceprefetto

Vigili nel carosello per Abete, esposto a viceprefetto

Sant’Anastasia. Un esposto al viceprefetto che sta guidando il Comune di Sant’Anastasia e a seguire un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno. Ha causato anche questo l’uso di un’auto dei vigili urbani nel corso dei festeggiamenti per l’elezione del neo sindaco Lello Abete. Un episodio che non poteva passare inosservato, anzi è finito sui maggiori giornali nazionali proprio per i video e le foto postate sui social network.

In cui si vede, in modo inequivocabile, che gli agenti della polizia municipale non solo accompagnavano il corteo, non si opponevano agli schiamazzi e alle molestie che i fan di Abete hanno portato avanti per ore. E rivolgendosi al commissario Anna Nigro i firmatari chiedono di “valutare i fatti sopra descritti e documentati dagli allegati che unitamente al presente si trasmettono, in particolare se l’uso del mezzo in dotazione alla Polizia Municipale possa essere ritenuto improprio ed illegittimo, in carenza della necessità di tutela dell’ordine pubblico; Voglia valutare l’uso improprio di sirene e lampeggianti in una situazione che non poteva essere considerata di emergenza”. “Va bene festeggiare”, spiega la segretaria del Pd Grazia Tatarella, una dei firmatari dell’esposto, “ma nell’ambito della civiltà, si è andati molto oltre. Si è arrivati alle offese fatte non solo al nostro candidato Antonio De Simone e alla sua famiglia, ma anche a quella del candidato Paolo Esposito. Sull’argomento il nostro deputato Massimiliano Manfredi presenterà un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno. Va fatta chiarezza su diversi aspetti di quella notte, anche sull’uso dell’auto di servizio dei vigili urbani per accompagnare in giro Abete. Lui era nell’auto non può dire di non aver visto, doveva frenare i facinorosi che sono andati ben oltre il semplice festeggiare. Auspichiamo che situazioni del genere non si verifichino più”. A ripercorrere le tappe di quell’assurda notte proprio l’esposto, firmato da diversi sostenitori, candidati e dirigenti di partito del centrosinistra, che hanno assistito alle scene che raccontano. Esposito che sarà protocollato questa mattina in municipio con allegate foto e video. “Nel corso dei festeggiamenti”, si legge nel documento, “un gruppo di persone a bordo di un furgone ed altri a bordo di ciclomotori, transitavano davanti al circolo del PD. Da uno dei ciclomotori veniva lanciato un petardo che esplodeva a poca distanza da un gruppo di ragazzi. Poco dopo la detta autovettura della Polizia Municipale transitava in via Marconi con lampeggiante e sirena accesi. Alcune persone cercavano di fermarla per denunciare il lancio del petardo ma l’autovettura non si fermava”. E poi nel dettagli tutto quello è accaduto quella notte fino alle offese fatte sotto casa di De Simone e Esposito. Una notte di follia.

DA METROPOLIS DELL’11 GIUGNO

qui il video completo

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti