domenica 9 Agosto 2020
Home Appuntamenti Vittime della Flobert, scuola e Comune le ricordano con una fiaccolata

Vittime della Flobert, scuola e Comune le ricordano con una fiaccolata

SANT’ANASTASIA. L’istituto Elsa Morante ricorda le vittime della Flobert con “Una luce per la Flobert”,con sopravvissuti e testimoni. L’evento commemorativo terminerà con una fiaccolata. L’appuntamento è per martedì 10 aprile alle ore 17,30 presso l’auditorium del plesso.

A distanza di ben quarantatré anni, il dolore che avvolge i ricordi dei sopravvissuti e dei testimoni della tragedia della Flobert, non si è attenuato.  Un dramma immane che vive ancora nella memoria anastasiana, tanto che il secondo istituto comprensivo “Elsa Morante”, martedì 10 aprile alle ore 17,30 nell’auditorium del plesso della scuola media, ricorderà le vittime e racconterà la storia ai giovani, con  l’evento commemorativo “Una luce per la Flobert”. Dopo il saluto del dirigente scolastico Maddalena De Masi interverranno le seguenti istituzioni: il consigliere della città metropolitana di Napoli Francesco Iovino, il sindaco Lello Abete e il sindaco di Somma Vesuviana Salvatore Di Sarno. Ci saranno testimonianze dell’epoca, primo fra tutti il superstite della terribile esplosione Ciro Liguoro, poi la memoria e il dolore di chi perse i propri cari in quella terribile mattinata di aprile:Lucia Casoria (vedova Frasca), Luisa Esposito (vedova Caruso), Lucia e Teresa Sorrentino (sorelle Sorrentino) e Tina Romano. Presenti anche le associazioni culturali: Noa, Uici,Solid’Amore, ProLoco, Love For Sant’Anastasia, Qua la mano e Annabella, Donne Anastasiane, La via della bellezza, Mir.  Alle 18,30 tutti i presenti insieme alla cittadinanza si raduneranno nel piazzale della scuola per dare inizio ad una fiaccolata, in memoria delle vittime, e terminerà nella chiesa di San Francesco D’Assisi ai Romani. La marcia servirà per mantenere vivo il ricordo di quella maledetta mattina dell’11 aprile del 1975, dove tredici giovanissimi operai persero la vita per le precarie condizioni di sicurezza. Lo scoppio della fabbrica Flobert è il simbolo delle primissime morti bianche del luogo. Ai parenti che tutt’oggi piangono i loro giovani cari,oggi  non rimane che la triste e inconsolabile iscrizione lapidaria “Pagarono con la vita il pane”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Elezioni a Sant’Anastasia. Iervolino: “Torniamo a fare politica”

Sant'Anastasia. "Torniamo a fare politica". Così il candidato sindaco del centrosinistra a Sant'Anastasia. "Dopo la fine anticipata delle amministrazioni che hanno governato Sant'Anastasia negli...

Brusciano. Enzo Cerciello è Candidato PSI alla Regione con De Luca Presidente

Brusciano . A Brusciano per le Elezioni Regionali 2020 in Campania nella lista PSI con De Luca Presidente, si candida il Dottore Enzo Cerciello,...

Ravello Festival, sonorità spagnole per il “Concerto all’alba”

RAVELLO (SA). Il Concerto all’alba di Ravello quest’anno parla spagnolo. Ecco l’evento più atteso dell’anno. Al Ravello Festival, come da tradizione, ritorna il rito della...

Inchiesta appalti Covid in Campania, Falanga (Udc): “De Luca chiarisca”

NAPOLI. "Da garantista quale sono sempre stato, e approssimandosi, in Campania, il voto per il rinnovo del Consiglio regionale, sento di dover porgere una...

Ingegneri, premi per tesi Laurea in memoria di Poulet. Info domande

NAPOLI. Ingegneri, tre premi per tesi di Laurea in memoria di Giorgio Poulet. Domande entro il 30 settembre. L'Ordine degli Ingegneri di Napoli, in memoria...
- Advertisment -