mercoledì 28 Luglio 2021
HomeCronacaVolla. Aggressioni e minacce all'ex, 50enne fermato per stalking

Volla. Aggressioni e minacce all’ex, 50enne fermato per stalking

VOLLA. Aggressioni e minacce per due anni, 50enne fermato per stalking, divieto di avvicinamento alla ex compagna e ai figli che vivono a Volla.

Lui era diventato il suo incubo, mentre lei, la sua ex compagna, la sua ossessione. Due anni di inferno, poi la denuncia della donna, una 40enne di Volla. Per V. D., 50 anni, anche lui residente a Volla, fermato dai carabinieri della tenenza di Cercola, oggi è scattato il divieto di avvicinamento alla donna e alla famiglia, compresi i loro due bambini.
Tutto è iniziato due anni fa, dopo la fine della loro storia, una relazione non suggellata con il matrimonio. Lei lo aveva mandato via e da quel momento è stato un incubo. Lui ha iniziato a perseguitarla e minacciarla con messaggi, telefonate, continui pedinamenti nel corso dei diversi spostamenti della donna. Impossibile uscire di casa senza doverselo ritrovare dietro ogni angolo: lui la pressava fino a minacciarla e picchiarla. Era terrorizzata al pensiero di uscire e vederselo davanti e in preda a frequenti attacchi di panico. Ad un anno dalla fine della storia la donna è arrivata al capolinea e lo ha denunciato. La vittima ha sporto denuncia ai carabinieri della tenenza di Cercola, a loro la 40enne ha iniziato a raccontare tutto.

Dal racconto di quegli «atti persecutori», fatti di aggressioni e percosse, i militari al comando del tenente Gaetano Vrola hanno fatto partire le indagini fino ad arrivare al fermo dell’uomo e all’applicazione della misura cautelare del divieto di avvicinamento. Il 50enne denunciato per stalking, da oggi non si potrà avvicinare nè alla ex compagna, nè ai suoi familiari.
I militari dell’arma oltre all’attività di polizia giudiziaria hanno accompagnato la donna con un supporto psicologico allo scopo di riportare serenità nella vita della vittima che, madre di due figli, era arrivata ad essere terrorizzata al solo pensiero di uscire di casa e questo l’aveva portata, inoltre, ad avere improvvisi e frequenti attacchi di panico.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti